Ancora Arresti per Truffe Assicurative

Categorie: News | 11/04/2011

truffa 150x150 Ancora Arresti per Truffe Assicurative A lanciare l’allarme non si finisce mai, almeno per ciò che riguarda le truffe assicurative: il 4 aprile – è notizia di pochissimi giorni fa – sono state arrestate nove persone per truffa ai danni delle assicurazioni e delle finanziarie locali.
Contestualmente, sono state effettuate svariate perquisizioni e sono stati sequestrati ben 10 conti corrente che possono essere ricondotti all’associazione a delinquere stessa. Il principio base era piuttosto semplice: venivano create delle false documentazioni in rapporto a veicoli anch’essi fasulli, riuscendo a chiedere dei finanziamenti le cui rate non sarebbero mai state restituite.


La truffa è andata avanti per circa due anni, durante i quali si è riusciti a entrare in possesso di ben 2 milioni di euro.
Dopo che si era riusciti ad ottenere le immatricolazioni, attraverso un complesso sistema di intermediazione di società operanti nel settore e, naturalmente, grazie alla disponibilità di acquirenti compiacenti, i falsi proprietari del veicolo inesistente passavano all’incasso dalle compagnie assicurative, denunciando il furto dell’autovettura e ottenendo il rimborso previsto in questo caso.

Un’organizzazione ben funzionante, insomma, che ha permesso di lucrare notevolmente su compagnie assicurative e finanziare a tutto discapito, come sempre, dei contribuenti onesti che, molto spesso, proprio a causa di queste truffe, si vedono aumentare il premio assicurativo e i tassi dei finanziamenti.

email

2 Commenti per questo Articolo Fammi sapere cosa ne pensi!

  1. giusi Scrive:

    Gentili
    Vivo in provincia di Frosinone ( proprio dove è esploso il caso
    delle truffe alle assicurazioni).
    Nel 2010 mi è arrivata una comunicazione ,dalla mia assicurazione
    dove venivo citata ,per aver provocato un incidente ( l’anno precedente
    2009,senza testimoni,senza intervento di autorità alcuna ,senza specificare il danno ecc.).
    Dovevo firmare questa comunicazione e reinviarla entro una data prestabilita,qualora avessi disconosciuto il fatto.
    Ho fatto quanto mi si richiedeva , perchè non ho mai provocato
    alcun incidente.
    Al momento della scadenza della mia polizza ho scoperto che essa era raddoppiata……

    Ho scoperto quindi che la mia assicurazione aveva liquidato il sinistro al titolare che mi citava
    senza tener conto della mia tempestiva comunicazione,e senza consultarmi.
    Mi sono quindi rivolta a due avvocati che non hanno potuto nè saputo
    aiutarmi ( mi hanno detto che mettersi contro le assicurazioni non avrebbe prodotto risultati , anche i carabinieri mi hanno detto che comunque quella polizza raddoppiata ( ben 500 euro per una macchina
    che neanche li vale….)dovevo pagarla per sempre
    E’ possibile tutto ciò ? QUESTO è UN SOPRUSO ,UNA TRUFFA!!!
    Aiutatemi , cosa posso fare?
    Giusi
    di cui venivo accusata

  2. Staff Assicurazione Economica Scrive:

    Ciao Giusi,
    questo fatto ci suona assolutamente nuovo, tuttavia le consigliamo di presentarsi con la ricevuta dell’invio della raccomandata che ha inviato all’assicurazione e la lettere che le hanno inviato nella filiale della sua assicurazione per parlare con l’amministratore e per spiegargli a voce i fatti.
    Fatto questo può decidere di conseguenza.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!