Ania e la Riduzione dei Premi Rca

Categorie: Assicurazione Auto, News | 08/07/2012

rca 150x150 Ania e la Riduzione dei Premi Rca
L’Ania afferma di essere pronta a ridurre i premi della rc auto purché l’intervento possa essere compreso in un più ampio quadro generale che porti ad un’azione sistemica per il contenimento dei prezzi.

La dichiarazione è stata effettuata da parte dello stesso presidente dell’Ania, Aldo Minucci, durante l’assemblea annuale dell’ente. Secondo i dati a disposizione, il prezzo medio sarebbe diminuto negli anni compresi tra il 2005 e il 2009, per poi subire un’impennata nel 2010 e nel 2011. Anche il 2012 non lascia ben sperare, dal momento che solo nel primo trimestre si è avuto già un incremento dell’1,4%.

Tuttavia, la percentuale è la stessa dello stesso periodo dell’anno precedente, ragion per cui è possibile anche interpretare tale dato come una tendenza alla stabilizzazione del prezzo, anche se non si regista una sua diminuzione.

Rispetto al resto d’Europa, comunque, nel nostro Paese il livello di tasse indirette che gravano sui premi assicurativi è il più elevato, raggiungendo quasi il 26%.
Le imposte si compongono di oneri fiscali, parafiscali e dell’aliquota provinciale, di recente aumentata grazie ai poteri attribuiti alle Province nell’ambito del federalismo fiscale.

A partecipare all’assemblea Ania, come di consueto, anche il presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini che ha focalizzato la propria attenzione sulle norme a cui l’ente sta lavorando in risposta ai decreti attuativi del legislatore. Si tratta di un impegno gravoso, in effetti, dal momento che alcune delle interpretazioni offerte alle imprese assicurative sono state considerate illegittime dall’Ania, provocando un dibattito interno al settore.

È importante, tuttavia, che venga trovato al più presto un terreno comune sul quale confrontarsi dal momento che è il consumatore colui il quale deve poter beneficiare rapidamente di una maggiore trasparenza e attenzione da parte delle compagnie assicurative.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!