Assicurazione contro gli Atti Vandalici: Come Funziona e Cosa Copre?

Categorie: Assicurazione Auto | 30/06/2011

assicurazione atti vandalici 300x199 250x165 Assicurazione contro gli Atti Vandalici: Come Funziona e Cosa Copre?Spesso quando si parla di polizza contro gli atti vandalici non si capisce con precisione quando entra in funzione e cosa copre realmente. Infatti, pensando ad atti vandalici si pensa subito a tutti quei cosiddetti dispetti che vengono fatti alla propria auto da terzi; ma la copertura per atti vandalici non è solo questo. Il contratto di assicurazione per atti vandalici prevede un risarcimento, nel caso in cui vengano fatti dei danni all’auto da terze persone anche nel caso in cui questi danni siano per esempio causati da un corteo o una manifestazione e la macchina sia ferma e parcheggiata. Purtroppo molto spesso avviene che i danni alla macchina provengano dalla mano dell’uomo per puro divertimento: graffi sulla macchina oppure tamponamenti o danni alla carrozzeria fatti anche con i calci. Però anche questa copertura assicurativa è soggetta a frodi, infatti molto spesso vengono realizzati dolosamente dei danni alla propria auto per ottenere il risarcimento. La compagnia assicurativa probabilmente per questo è sempre rigida nel controllare che i danni causati siano reali prima di elargire il risarcimento. La procedura ideale sarebbe prima di tutto fare una denuncia ai carabinieri contro ignoti per atti vandalici sulla propria auto, la denuncia inoltre potrebbe anche essere utilizzata come ulteriore prova del danno effettivamente subito. Alcune compagnie inoltre mettono a disposizione due possibilità, o quella di ottenere il risarcimento per il danno subito oppure riavere la macchina riparata nel limite possibile dal danno. Se ci si vuole assicurare contro gli atti vandalici dopo che è avvenuto un danneggiamento cosa succede? Se ci si assicura dopo che è successo il fatto non si può di certo avere la copertura assicurativa; questa copertura è facoltativa, di conseguenza per averla dovrà essere inclusa nella stipula del contratto, e ovviamente dovrà essere anche pagato un extra. Inoltre, c’è un minimo valore di danno per ottenere il risarcimento cioè la franchigia.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!