Assicurazione Diretta, facciamo il Punto della Situazione

Categorie: Assicurazione Auto | 24/05/2012

assicurazione diretta 150x150 Assicurazione Diretta, facciamo il Punto della SituazioneRivolgersi ad una compagnia diretta, ormai, non provoca più alcuna meraviglia visto che sono già svariati anni che questa tipologia di vendita si è affermata.
Le compagnie dirette, quindi operanti sul mercato senza i canali distributivi tradizionali, quali agenti o broker, hanno visto crescere lentamente ma costantemente il proprio target di riferimento, in special modo per quanto riguarda le polizze assicurative rca.

Tuttavia, la quota relativa alle agenzie tradizionali sul territorio è ancora superiore a quella fatta registrare dai canali diretti, visto che le prime detengono l’88% del mercato, secondo gli ultimi dati elaborati da parte dell’Isvap.
Gli aumenti registrati per ciò che concerne la vendita diretta sono da riferirsi in particolar modo alla necessità di avere a propria disposizione un prodotto più economico del passato, dal momento che gli aumenti sono all’ordine del giorno e che pesano in maniera considerevole sulle famiglie.

Dunque, il risparmio è senza dubbio un’esigenza ma è altrettanto vero che non bisogna sottovalutare nessuno degli aspetti che rendono un’assicurazione adatta alle proprie esigenze.

Quando si stipula un contratto si deve sempre fare attenzione a ciò che è scritto e alle condizioni riportate, senza sottovalutare nessuno dei passaggi che portano all’acquisto del prodotto. Di norma, una compagnia diretta opera attraverso internet o anche attraverso un call center, ma ciò non è importante ai fini degli obblighi che devono essere comunque mantenuti da parte della compagnia stessa.

Alla base di tali obblighi vi è il Regolamento Isvap n.34 del 19 marzo 2010, pensato proprio per aumentare la tutela del consumatore. In esso, ad esempio, è contenuto il divieto di discriminazione dell’utente, così che qualunque categoria di potenziale cliente abbia accesso alla polizza rca.

Tutte le compagnie di assicurazione sono tenute a rispettare delle regole, anche prima che si concluda il contratto. Ad esempio, il cliente deve essere messo nella condizione di poter scegliere come ricevere ed inviare la documentazione, se in formato elettronico oppure cartaceo, senza che vi siano oneri a proprio carico; la compagnia deve produrre tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale; l’impresa deve valutare l’adeguatezza del contratto; entro 5 giorni dalla stipula al cliente devono essere consegnati contratto, certificato e contrassegno cartaceo, direttamente al proprio domicilio.

Anche per quanto riguarda i canali di vendita, esistono dei vincoli specifici di cui tener conto. Ad esempio, il call center può essere interno o esterno, pur se in quest’ultimo caso deve essere presente un responsabile per conto della compagnia assicurativa al quale un cliente può rivolgersi in caso di necessità.

Tutti gli operatori telefonici devono declinare le proprie generalità e devono identificarsi con un codice identificativo.

Per quanto riguarda il sito internet della compagnia di assicurazione è indispensabile che siano presenti il suo numero di telefono, l’indirizzo email, il fascicolo informativo, le indicazioni per affrontare tutte le fasi del contratto e deve essere indicato il modo per correggere le informazioni fornite prima della conclusione del contratto.

I preventivatori

Sempre più diffusi su internet sono i preventivatori, dei siti che consentono di mettere in relazione tra loro, con pochi click del mouse, i costi di svariati prodotti assicurativi e di numerose compagnie assicurative.
Per le società d’assicurazione, talvolta, si tratta anche di una forma di pubblicità, soprattutto se il sito internet in questione è molto noto. Uno dei migliori è senza dubbio quello messo a disposizione da parte dell’Isvap, l’ente di controllo in materia assicurativa.

I preventivatori, o comparatori, comunque offrono un servizio estremamente utile. È sufficiente, infatti, compilare un solo questionario nel quale inserire i propri dati anagrafici e quelli del veicolo, per ricevere le quotazioni di un gran numero di imprese assicurative.
Una volta che è stata trovata quella più confacente alle proprie necessità, con un semplice link si può essere collegati al sito internet della compagnia stessa e si potrà procedere all’acquisto.

Nonostante la quotazione ottenuta in precedenza e i dati immessi nel modulo, sarà bene verificare ugualmente che tutto sia in ordine, visto che se dovessero essere presenti degli errori nella trascrizione effettuata per il contratto potrebbero nascere dei problemi in una fase più avanzata.

La stessa compagnia d’assicurazione, d’altra parte, invita a controllare i dati già inseriti, sebbene mantiene la quotazione attiva per un certo lasso di tempo, a parità di informazioni.
Se, invece, dovessero venire apportati dei cambiamenti, la società assicurativa provvederà a comunicare al cliente un nuovo prezzo, calcolato sulla base delle nuove condizioni di rischio riscontrate.
Tuttavia, solo se i dati forniti sono stati modificati è lecito un cambiamento di tariffa. In altre parole, potremmo sennò pensare ad una tariffa che funzioni solo quale specchietto per le allodole, determinando la scarsa serietà della compagnia contattata.

Certo, provare ciò è spesso assai difficile, perché potrebbe anche trattarsi di domande standard del comparatore online non adeguate alle policy aziendali: ad ogni modo, è sempre meglio effettuare i dovuti controlli e, nel caso, rivolgersi ad un’altra compagnia.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!