Assicurazioni Generali Approva il Bilancio

Categorie: News | 09/05/2012

generali assicurazioni 150x150 Assicurazioni Generali Approva il BilancioÈ stata un’assemblea piuttosto movimentata quella che si è tenuta a Trieste sabato 28 aprile per l’approvazione del bilancio 2011 per la compagnia d’assicurazione Generali.
L’utile netto è stato di 856 milioni di euro con un risultato operativo pari a 3,9 miliardi di euro, così da poter assegnare ai diversi azionisti un dividendo unitario di 0,20 euro, la metà rispetto a quello dell’anno precedente.

Inoltre, sono stati resi noti anche i dati preliminari di fine marzo, i quali mostrano dei premi complessivamente in crescita del 6,1%, grazie allo sviluppo più che positivo riscontrato per il ramo vita e per quello danni.

Nel primo trimestre dell’anno, inoltre, si è potuto confermare il buon andamento dei risultati operativi per tutti i segmenti business, dunque ramo danni, vita e finanza, senza contare che il segmento danni ha potuto giovare di un miglioramento ulteriore.

Presidente del consiglio di amministrazione è stato confermato Gabriele Galateri il quale ha avuto parole ottimistiche pur riconoscendo le difficoltà con cui ci si è dovuti scontrare l’anno passato e che ancora influenzeranno l’operato di quest’anno.
L’inizio positivo, tuttavia, vuole essere un modo per mantenere alta la guardia durante i prossimi mesi, visto che i mercati finanziari sembrano orientarsi verso più negativi outlook.

Se la crescita verrà confermata dai fatti, comunque, si procederà a pagare dividendi più elevati, così come si augura lo stesso management aziendale. Contenere i costi e sviluppare il business resta la ricetta scelta per attuare questa strategia, pur rispettando le regole specifiche rese note dall’Isvap.
Non tutti soci, tuttavia, sono stati d’accordo con tale impostazione. Ad esempio, Leonardo Del Vecchio ha criticato aspramente il ceo Perissinotto, arrivando a chiederne le dimissioni poiché, a suo dire, avrebbe favorito l’approccio finanziario a quello più prettamente di business.

Perissinotto, naturalmente, è stato colpito dalle critiche avanzate ma ha anche ammesso che il settore assicurativo è ben più complicato di altri pertanto è necessario pensare a favorire investimenti anche significativi pur senza trasformarsi in finanzieri.
Ad ogni modo, come sottolineato da parte di Gabriele Galateri, è la maggioranza a decidere, come vuole la democrazia, dunque il consiglio di amministrazione ha potuto provvedere ugualmente alle decisioni e all’approvazione del bilancio.

Per quanto riguarda il futuro, dunque, il Gruppo Generali si vede proiettato principalmente all’estero: nei prossimi dieci anni, infatti, l’obiettivo sarà quello di raddoppiare la propria presenza al di fuori dei tre Stati in cui già ora possono vantare una certa consistenza, ovvero Italia, Francia e Germania. La metà del fatturato, quindi, dovrà provenire con ragionevole certezza dai Paesi Emergenti, quali Cina, India, Brasile.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!