Assicurazione Generali vuole la Cina

Categorie: News, Polizze Assicurative | 30/08/2010

generali 300x279 Assicurazione Generali vuole la CinaL’assicurazione Generali vuole espandersi anche in Cina. È questo ciò che sta provando Sergio Balbinot per espandare il mercato della compagnia assicurativa anche in Asia. I problemi però sono molti. Intanto la Cina ha mercato abbastanza chiuso. I colossi assicurativi cinesi sono storici e insediati nel territorio da tempo. La Cina vieta a compagnie estere di acquisire compagnie cinesi. Questa sarebbe la strada più breve per Generali per riuscire ad avere mercato anche in Cina. Quindi bisogna che la compagnia parta praticamente dal nulla. Generali conta tuttavia su un buon rapporto con la società petrolifera cinese: Cnpc (China National Petroleum Corporation). Con questa azienda la compagnia assicurativa ha una forte partner nel territorio, con una collaborazione che dura da anni.


Un altro problema in Cina è legato alle polizze assicurative. Il mercato cinese, difficilmente chiede assicurazioni “tutto-compreso” preferendo invece piccole polizze dalla durata breve. Questa si traduce in alti costi di gestione e di manodopera per le società assicuratrici. Ciò che spinge ad investire in Cina è la classe media che è in continua ascesa. Con un un pil cresciuto del 10% nel primo semestre del 2010 indubbiamente il mercato assicurativo dovrebbe rappresentare un buon investimento. L’assicurazione vita sembra essere di moda tra la popolazione cinese il 3,4% del Pil totale è composto proprio da assicurazioni vita.

Per quanto riguarda il gruppo Generali non solo la Cina è una meta ambita, dove tra l’altro sono già presenti, ma l’intenzione del gruppo, secondo quanto fanno capire gli amministratori, sembrerebbe espandersi anche in sud America e in Asia in generale. Questi sono i mercati che nei prossimi anni potranno espandersi più facilmente.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!