Assicurazione Malattia e Sanitaria: Cosa Sta Cambiando?

Categorie: Assicurazione Sanitaria, News | 05/12/2017

Sicuramente non tutti sono in possesso di un’assicurazione sanitaria o di una in grado di coprire anche la malattia, spesso non si sa nemmeno che tipo di coperture sono in grado di offrire. Ciò che è certo è che negli ultimi anni se ne sottoscrivono sempre meno a causa della crisi economica che non permette di effettuare una spesa di questo tipo.

assicurazione sanitaria 450x196 Assicurazione Malattia e Sanitaria: Cosa Sta Cambiando?

Ma cosa sta effettivamente cambiando in questo settore? Cerchiamo di capirne qualcosa in più andando con ordine. Ci sarebbero infatti importanti novità per quanto riguarda le casse malati che si trovano in un periodo di grandi cambiamenti. Di sicuro facendo un rapido confronto è possibile vedere quali sono in grado di offrire i premi “più allettanti” dal punto di vista economico. Già a partire dal prossimo mese di gennaio si dovrebbero iniziare a vedere i primi risparmi.

Se avete fatto un cambiamento di cassa però, per essere certi di poter usufruire di tutti i benefici, assicuratevi di aver effettuato tutti i passaggi necessari. Ci deve essere stata necessariamente un qualche tipo di comunicazione scritta che vi avvisava dell’effettivo completamente della procedura e la conferma del passaggio. Ovviamente però se non avete ancora una copia del contratto, non significa per forza che siete senza copertura assicurativa. Contattate se necessario la nuova cassa per sapere se ci sono problemi procedurali e se quella precedente è stata avvisata del vostro cambiamento.

Il premio malattia, in pochi sanno, può essere ancora di più ridotto nel caso in cui si decida di alzare la franchigia. Attenzione però, c’è una scadenza per comunicare la vostra decisione all’assicuratore, infatti entro e non oltre il mese di dicembre (quello per abbassarla invece era il 30 novembre scorso). Chi deve sottoscrivere la polizza obbligatoria non può essere rifiutato da nessuna compagnia assicurativa.

Dal punto di vista della polizza sanitaria invece, è stato fatto scattare un piccolo allarme dalla banca centrale: infatti sembra quelle complementari sono in perdita e quindi a lungo andare potrebbero crescere i rischi per i professionisti (infatti i pacchetti vengono acquistati dai pazienti solamente in base al bisogno e non più come copertura continuativa).

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!