Assicurazione per gli Sbalzi di Tensione, un Prodotto Inutile?

Categorie: Polizze Assicurative | 23/04/2012

assicurazione tensione 150x150 Assicurazione per gli Sbalzi di Tensione, un Prodotto Inutile?Tra le varie proposte assicurative, si segnala quella prevista per garantirsi dagli eventuali sbalzi di tensione elettrica, studiata per garantire il rimborso economico nel caso in cui si verificasse la rottura di un elettrodomestico proprio in seguito ad un voltaggio non stabile.

In realtà, però, non è necessario sottoscrivere questo genere di assicurazione, dal momento che, a pagare, deve essere l’Enel.

Nonostante si tratti di un’eventualità rara, infatti, nel caso in cui un elettrodomestico si dovesse bruciare in seguito ad uno sbalzo di tensione non è necessario ricorrere all’intervento di una polizza assicurativa stipulata privatamente ma è sufficiente rivolgersi all’Enel per ottenere il dovuto pagamento.

Gli sbalzi di tensione sono significativi soprattutto nel caso in cui si abbiano elettrodomestici ad alta tecnologia, i cui componenti interni sono estremamente delicati. Da non sottovalutare, inoltre, che alcuni di questi elettrodomestici restano attaccati alla corrente in modo costante, dunque sono più sensibili agli sbalzi a cui è soggetta la rete elettrica.

Per quanto riguarda il contratto stipulato con l’Enel, va detto che è stabilito che la tensione deve essere al massimo del 10% in più o in meno di quanto previsto nominalmente, ovvero 230 volt.
Se, quindi, si dovesse verificare un picco di tensione al di sopra di tale range si potrà inoltrare una richiesta di rimborso, con dichiarazione di un elettricista, per ottenere il risarcimento dell’elettrodomestico bruciato.

Dopo che la dichiarazione e la richiesta sono state inoltrate ci si dovrà rivolgere al numero di assistenza messo a disposizione dell’Enel per poter ottenere tutti i riferimenti necessari a condurre l’azione risarcitoria.
Se lo si dovesse ritenere necessario, si potrà contattare un avvocato di propria fiducia per chiedere un parere legale, sebbene la sentenza n. 11193/2007 è un riferimento più che utilizzato in tali casi, senza che vi sia alcuna ombra di dubbio.
In tale sentenza ha trovato applicazione l’art. 2050 del Codice Civile che è servito da riferimento per la responsabilità da applicarsi in caso si esercitino attività pericolose.
Di conseguenza, l’Enel sarà tenuta a procedere con il rimborso, in caso di danni accertati, senza che vi sia necessità di polizze assicurative specifiche.

Comunque sia, se si vuole provvedere a monte e si desidera salvare gli elettrodomestici più delicati si potrà munire ciascuno di essi di uno stabilizzatore di tensione, oppure se ne potrà applicare uno per tutte le prese di casa. Così facendo la tensione non subirà mai picchi, rimanendo costante in base al voltaggio definito per contratto.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!