Assicurazione sul Matrimonio: Imprevisti su Cerimonia, Rito e Pranzo

Categorie: News, Polizze Assicurative | 04/03/2010

Quando si pensa al giorno più importante della propria vita, quello in cui si fa il grande passo e si decide di sposarsi, la paura che qualcosa vada storto e ci rovini la festa è sempre dietro l’angolo.

Difficile non farsi prendere dall’ansia, anche perché organizzare un matrimonio significa disporre di un certo capitale da spendere e qualunque cosa minacci la buona riuscita dell’evento si traduce anche in un pesante danno patrimoniale. Mutuando usanze e costumi da altri Paesi, in cui la tradizione è ancora più pressante che nel nostro, abbiamo cominciato ad inaugurare l’usanza di rivolgerci alle compagnie assicurative per tutelarci da eventuali imprevisti, che potrebbero far addensare nuvole di malumore sulla fronte degli sposi e su quella dei genitori (tipicamente, i “finanziatori” del lieto evento).


Peggio ancora l’ipotesi che il matrimonio venga annullato o rimandato: queste due eventualità sono le più deleterie da un punto di vista economico.

Tutti i soldi anticipati vengono inevitabilmente persi e i costi diventano altissimi. Secondo alcune stime effettuate dai giganti assicurativi mondiali, ogni anno almeno tre o quattro matrimonio vanno a monte, provocando inevitabili grattacapi. L’ Assicurazione va stipulata anche per evitare situazioni come imprevisti sulle cerimonie, sul pranzo e alcuni anche sul rito stesso. Con le polizze assicurative sottoscritte per questa eventualità, invece, le spese sostenute vengono risarcite: da quelle per il catrering e il ristorante a quelle per l’ospitalità di parenti lontani; senza dimenticare le opzioni più bizzarre, come i problemi derivanti da eventuale cibo avariato o furti durante il banchetto, per un tetto massimo di circa ventimila euro.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!