Assicurazione Viaggio, per Partire Preparati

Categorie: Assicurazione Viaggio | 01/05/2012

assicurzione viaggi 150x150 Assicurazione Viaggio, per Partire PreparatiModifiche e cancellazioni

Sottoscrivere un’assicurazione per i viaggi è un’abitudine che sempre più italiani stanno assumendo, complice una certa attenzione riservata a tale prodotto anche da parte dei siti internet specializzati, dalle associazioni dei consumatori e dalla stampa di settore.
In effetti, non si può negare che l’assicurazione viaggi sia un prodotto estremamente utile, a patto di averne compreso fino in fondo le potenzialità.
D’altra parte, con un minimo incremento di spesa si potrà effettivamente dormire tra due guanciali, non dovendo più temere tutti quei piccoli imprevisti che possono rovinare le tanto sospirate ferie.

Quando poi si viaggia insieme alla propria famiglia, magari composta da bambini piccoli o da ragazzini, si sa bene che può bastare un minimo intoppo per far saltare i nervi e il budget preventivato: ecco perché provvedere per tempo, prima della partenza, è un atteggiamento che premia in termini di serenità.

É molto utile, comunque, sapere esattamente tutto ciò che con un’assicurazione viaggio si può ottenere, magari anche iniziando da quelli che sono i casi speciali, come le modifiche e le cancellazioni.
Infatti, forse non tutti sono a conoscenza del fatto che la polizza assicurativa viaggio può essere cancellata e modificata a seconda delle esigenze personali, a patto di rispettare i tempi dettati dal contratto sottoscritto in precedenza. In caso contrario, dunque, si potrebbe perdere il diritto di recesso o anche la possibilità di estendere la polizza assicurativa.

In linea generale, pur ammettendo delle differenze tra singole compagnie assicurative, va detto che il diritto alla cancellazione all’assicurazione sanitaria per il viaggio può essere effettuata entro 14 giorni da quando il contratto è stato stipulato ma, comunque, sempre prima di partire.
Se la richiesta di cancellazione e di rimborso del premio dovesse esser fatta dopo la data di partenza per il viaggio sarà inutile sperare nella rescissione del contratto e nella restituzione del premio, poco importa se al viaggio si è comunque rinunciato.

L’estensione, invece, può essere effettuata con maggiore flessibilità.
Infatti, nel caso in cui la permanenza dovesse essere prolungata a causa di ritardi aerei o di un ricovero in ospedale, la polizza assicurativa dovrebbe estendersi in modo automatico, senza che l’utente debba sostenere alcun tipo di spesa.
Se si decidesse di estendere l’assicurazione viaggio per altre motivazioni, invece, sarà opportuno controllare ciò che il contratto prevede ed agire di conseguenza.
Una copia del contratto dovrebbe essere sempre consultabile da parte del cliente, che potrebbe stamparlo e portarlo con sé per avere a portata di mano ogni informazione utile.

Diritti dei viaggiatori

Quando si viaggia, soprattutto in terre lontane, poter contare su un’assistenza adeguata è molto importante.
I viaggiatori, comunque, hanno dei diritti, tutelati anche grazie ad alcune associazioni dei consumatori come l’Adoc. Ad esempio, va notato che, in seguito all’ultimo terremoto avvenuto nel Sud Est asiatico e all’allerta tsunami, in molti hanno chiesto il rimborso del viaggio.
Secondo l’Adoc, in questo casi, non soltanto è lecito chiedere l’annullamento della prenotazione ma anche il rimborso di quanto già versato, se si era in procinto di partire.

Nessuna penale deve essere applicata, anzi possono essere proposti viaggi verso mete alternative , il cui importo totale sia dello stesso valore della prenotazione precedente.
È il Codice del Consumo stesso a prevedere che nessuna penale venga applicata e che si possano trovare delle soluzioni soddisfacenti alternative, nel caso in cui il Paese verso il quale si è diretti venisse incluso nella lista predisposta dal Ministero degli Esteri come “ a rischio” o in stato di calamità.

Tuttavia, queste tutele non dovrebbero distogliere l’attenzione dei viaggiatori dalla stipula di una polizza assicurativa, soprattutto quando ci si muove al di fuori dell’Unione Europea.
L’assicurazione viaggio serve a coprire numerosi disguidi che possono verificarsi in vacanza, non soltanto la necessità di cancellare o di rimandare la partenza.
In particolare, infatti, si possono utilizzare per rimpatri di emergenza, per la perdita o il furto dei bagagli, per infortuni o incidenti con i mezzi di trasporto.

Se ci dovesse trovare, quindi, nella circostanza descritta in precedenza in seguito ad una calamità naturale, l’aver stipulato un’assicurazione per il viaggio aiuterà certamente a risolvere in modo più facile eventuali contenziosi o problematiche di natura burocratica, senza doversi trovare a dover combattere per vedere riconosciuto un proprio diritto.

Va comunque detto che le polizze assicurative standard per i viaggi non sono studiate per coprire gli infortuni i gli incidenti avvenuti per un comportamento non prudente o non adeguato da parte del viaggiatore.
Le assicurazioni viaggio, allo stesso modo, non coprono le spese mediche che dovessero essere causate da ulteriori comportamenti imprudenti, per cui è bene considerare tale copertura come un ottimo salvagente per situazioni imprevedibili ma non per ogni tipo di difficoltà nella quale ci si dovesse venire a trovare anche a causa della propria inesperienza o sbadataggine.

Viaggi avventurosi e mete esotiche

Potersi permettere viaggi avventurosi e mete esotiche è un sogno che diventa realtà per un numero sempre più elevato di italiani, complice la maggiore possibilità di muoversi verso angoli remoti del pianeta.

In questi casi, pensare alla stipula di un’assicurazione per il viaggio è sicuramente caldamente consigliabile.
I prodotti tra i quali si potrà scegliere, infatti, sono inseriti in appositi pacchetti pensati appositamente per coprire i danni eventualmente occorsi alla persona ma anche a terze parti, senza trascurare la garanzia di rimborso di spese mediche e sanitarie, spesso elevate se ci si vuole garantire il medesimo livello di assistenza dell’Europa o, in genere, del mondo occidentale.

Non va poi dimenticato che tutti coloro i quali intendono recarsi negli Stati Uniti o in Canada dovrebbero dotarsi di un’assicurazione sanitaria per il viaggio, dal momento che la Sanità, in questi Paesi, è estremamente cara.

Le compagnie di tour operator, molto spesso, provvedono ad offrire già delle coperture assicurative, in virtù di accordi particolarmente vantaggiosi già stipulati con importanti società.
È chiaro che molto dipende anche dal tipo di tour operator al quale ci si rivolge.
Solo alcuni, infatti, sono specializzati in prodotti di nicchia e possono così offrire le soluzioni necessarie a chi intende regalarsi un viaggio davvero speciale.

La Viaggi dell’Elefante, per esempio, ha appena esteso la propria offerta anche a viaggi particolarmente avventurosi, grazie ad un accordo siglato con un importante tour operator canadeese, Le Rêve House Adventure. Come si può immaginare anche dal nome della compagnia, il business principale si basa sulla creazione di viaggi di esplorazione, sull’ecoturismo – di gran moda negli ultimi anni – e sulla natura, specialmente nelle zone più selvagge e più spettacolari dell’Alberta, dell’Alaska, della British Columbia e della West Coast USA. Anche in passato la società si era resa protagonista di iniziative dal sapore speciale, dal momento che aveva aperto il proprio catalogo alla creazione di viaggi enogastronomici e culturali, in associazione con il Gambero Rosso.

Itinerari unici per lo scenario italiano che, naturalmente, saranno supportati da un’adeguata copertura assicurativa e da un’assistenza specializzata. Le possibilità sono numerose e le agenzie di viaggi sapranno spesso indirizzare verso i prodotti più congeniali ad esigenze così specifiche. Tuttavia, se ciò non dovesse soddisfarvi, non va dimenticato che il web si può rivelare un alleato prezioso per la scelta dell’assicurazione viaggio, grazie ad una semplice ricerca operata attraverso siti di comparatori on line o grazie ai portali internet delle compagnie d’assicurazione stesse.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!