Assicurazione Vita, la Parabola Italiana

Categorie: News | 18/08/2012

assicurazione vita 150x150 Assicurazione Vita, la Parabola Italiana Inizialmente, al di là di ogni aspettativa, l'Italia era riuscita a conquistare un interessante primato europeo nel settore assicurativo, superando la Germania, la Francia, la Spagna, i Paesi Bassi e perfino il Regno Unito.

Stiamo parlando, nello specifico, degli anni compresi tra il 2007 e il 2010, quando gli altri Paesi, stretti nella morsa della crisi, avevano perso posizioni nel settore assicurativo.
Settore assicurativo che, invece, in Italia – soprattutto per quanto riguarda il ramo vita – avrebbe fatto registrare utili significativi; una vera e propria età dell'oro.

Le compagnie d'assicurazione, per tutto il periodo, fecero registrare una crescita media annua dell'8,3%, mentre la Germania si fermava al 3,2% e la Francia e la Spagna non superavano l'1,8%.

Tuttavia queste cifre hanno subito un drastico stop a partire dal 2011 quando la crisi si è fatta sentire, in special modo nel ramo vita che, più di altri, ha risentito della diminuzione nella raccolta premi.

Da quel momento in poi, in realtà, non vi è stato alcun cambiamento in meglio ma solo delle ulteriori situazioni di sofferenza le quali hanno colpito in particolare le compagnie di assicurazione che in passato avevano creato delle joint venture con gli istituti di credito.

Infatti le banche, alle prese già con numerosi problemi interni, hanno smesso da un po' di spingere per la vendita di prodotti assicurativi ad alto contenuto finanziario, come le polizze unit linked o index.

L'unica soluzione, al momento, risiederebbe in un cambiamento di rotta e di strategia, dedicandosi all'esplorazione di nuovi canali di vendita, come ad esempio quelli che possono essere aperti da social network e web in generale.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.