Assicurazioni e Fisco, Novità per Semplificare i Controlli

Categorie: Leggi e Fisco, News | 03/05/2013

evasione fiscale 2 150x150 Assicurazioni e Fisco, Novità per Semplificare i ControlliCambia la modalità di invio all’anagrafe tributaria delle comunicazioni riguardanti i premi e i contratti assicurativi sottoscritti dai clienti delle compagnie d’assicurazione, nel solco di modifiche alle procedure telematiche pensate per ottenere una maggiore semplificazione.
La prima scadenza, per l’anno 2012, è fissata al 4 dicembre 2013 mentre per l’anno 2013 l’adempimento dovrà essere effettuato entro il 30 aprile 2014.
Le informazioni non dovranno più essere inviate tramite Entratel o Fisconline ma adoperando il canale di comunicazione Sid, acronimo che sta per sistema di interscambio dati.
Già il prossimo ottobre verrà utilizzato questo meccanismo per dare comunicazione all’anagrafe tributaria delle informazioni circa i rapporti finanziari posseduti dai contribuenti.

Ad avere modificato le modalità di invio ci ha pensato un provvedimento a firma del direttore generale dell’Agenzia delle Entrate lo scorso 30 aprile.

In questo modo le compagnie assicurative saranno obbligate a trasmettere l’elenco dei clienti che hanno scelto di sottoscrivere un’assicurazione sulla vita e sugli infortuni, versando il relativo premio; oltre a coloro i quali hanno provveduto al versamento di cifre per la creazione di un salvadanaio per la previdenza complementare. Non devono essere presi in considerazione, invece, i contratti di responsabilità civile o quelli stipulati per garanzie accessorie.
La necessità di informare l’anagrafe tributaria nasce con lo scopo esatto di dare ogni strumento al fisco per ricostruire, qualora ce ne fosse l’esigenza, la capacità contributiva di un cittadino, anche per poter eventualmente scovare i classici furbetti dediti all’evasione fiscale per risparmiare sulle tasse.
Tuttavia, il provvedimento cerca di tutelare anche la privacy dei diretti interessati, chiedendo la riduzione al minimo indispensabile dei dati sensibili, visto che le analisi statistiche dovranno essere eseguite solo in forma anonima. Diverso il discorso per gli accertamenti fiscali, che potranno essere facilitati dalla nuova normativa.

Infatti, i dati saranno elaborati per costruire gli indici del redditometro e stabilire se i contribuenti stanno dichiarando somme congrue con quanto guadagnato. L’utilizzo dei dati in modo individuale sarà possibile solo in seguito alla decisione di effettuare specifici controlli determinati anche a campione.
Unificare premi e contratti assicurativi renderà più semplice monitorare le capacità contributive e significherà poter contare su elementi maggiormente efficienti per scovare eventuali evasori.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!