Assicurazioni e PD, ecco le Proposte per le Liberalizzazioni

Categorie: News | 31/07/2012

assicurazioni pd 150x150 Assicurazioni e PD, ecco le Proposte per le LiberalizzazioniIl Network Assicuratori PD ha diramato le proprie considerazioni sul decreto Sviluppo presentato dal governo lo scorso aprile. In modo particolare sono stati apprezzati gli sforzi fatti per cercare di ampliare la concorrenza nel settore, sebbene siano state avanzate anche delle ulteriori proposte per rafforzare l’azione complessiva delle novità introdotte.

Tra le disposizioni accolte con maggiore favore quelle riguardanti i comportamenti fraudolenti, che andranno perseguiti pur senza un aggravio di ulteriori costi per la pubblica amministrazione.


Si tratta di un’idea che dovrebbe essere risolutiva per quanto riguarda l’incremento dei costi, spesso artificioso, da parte delle imprese che lamentano scarsi controlli. A questo punto, la palla passa davvero alle società d’assicurazione che dovrebbero far seguire i fatti alle chiacchiere, riducendo i premi, in special modo per quanto concerne le tariffe rca.

L’introduzione della scatola nera diventa un altro dei punti a favore, secondo gli assicuratori del network, visto che permetterà di dar vita a progetti su vasta scala che sfrutteranno intelligenze artificiali per la decongestione del traffico come per l’assistenza in caso di emergenze.

Il neo principale, quindi, viene evidenziato dall’applicazione del famoso art. 34, quello riguardante la presentazione al cliente di tre diversi preventivi in fase di stipula.
Se anche l’intento, stimolare la concorrenza, viene ritenuto lodevole, si punta il dito sulla reale possibilità di applicazione dell’articolo che, allo stato attuale dei fatti, risulta essere troppo macchinosa e, dunque, negativa.

Per questo motivo è necessario che l’Isvap lavori fianco a fianco con le rappresentanze di categorie, così da snellire le pratiche burocratiche e aumentare l’efficienza senza toccare l’efficacia del provvedimento, nella sostanza percepito come positivo e utile sul medio e lungo periodo.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!