Assicurazioni Olimpiche, le Coperture di Pool Re

Categorie: Polizze Assicurative | 27/05/2012

assicurazioni olimpiadi 150x150 Assicurazioni Olimpiche, le Coperture di Pool ReLe Olimpiadi di Londra 2012 stanno per iniziare e il fermento aumenta. Non solo l’entusiasmo, però, è importante quando si ha a che fare con eventi di questa portata. È necessario che ciascuno faccia la propria parte, sia in termini di impegno sia in termini economici.

Ad occuparsi della copertura assicurativa sarà il riassicuratore Pool Re, con una garanzia di più di 5,6 miliardi di euro per tutta la durata dei giochi olimpici.
Pool Re, sostenuto dal governo britannico, specializzato in perdite commerciali seguite ad attacchi terroristici, ha deciso di sopportare la garanzia assicurativa senza aumentare i premi per l’evento.

Nel caso in cui si dovessero verificare degli incidenti o dovessero scoppiare delle bombe, procurando danni tali da superare il tetto prefissato, i costi verrebbero coperti da parte dei cittadini britannici, così come previsto dalla struttura della polizza assicurativa di Pool Re.
Pool Re nasce durante gli anni Novanta e fu creato dal governo centrale britannico in risposta al timore di continui attacchi sferrati da parte dei nazionalisti irlandesi.

La paura era lo scoppio di bombe e il perdurare di attentati effettuati da tali frange estremiste avrebbero reso non più assicurabili le proprietà inglesi, provocando una serie di gravi danni sull’economia e sugli investimenti.

Il direttore esecutivo di Pool Re, Steve Atkins, ha effettuato delle approfondite analisi con il proprio team, così da poter verificare l’esposizione al rischio reale dei propri clienti, simulando le perdite e gli scenari che seguirebbero ad un potenziale attacco.
Non è una prassi comune, questo è chiaro, ma è necessaria quando ci si trova di fronte ad un evento ad alto rischio potenziale come sono le Olimpiadi.

Pool Re, che agisce solo assicurano i danni occorsi a proprietà operanti nel settore commerciali, può dare risposta alle richieste di rimborso attraversi gli asset proprietario, attualmente di valore superiore ai 5,6 miliardi di euro.
Se le perdite dovessero essere maggiori, la compagnia di riassicuratori può richiedere il supporto illimitato dei contribuenti di Sua Maestà, garantendo il 10% dei premi raccolti al governo.

I premi non sono stati aumentati perché viene considerato troppo complesso avere un calcolo esatto del rischio probabilistico per un eventuale attacco terroristico; senza contare che, in occasione dei festeggiamenti per i 60 anni di regno della regina Elisabetta, sono state già innalzate le misure di controllo e di sicurezza interne.

Le minacce, ad ogni modo, sarebbero di circa due punti sotto il livello critico, ma non tali da gettare nel panico un intero settore produttivo o la popolazione che potrà verosimilmente godere i Giochi Olimpici senza danno.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!