Atti vandalici, Opzione da non Sottovalutare sulle Assicurazioni Auto

Categorie: Assicurazione Auto | 04/09/2010


Un fenomeno tristemente noto soprattutto nelle grandi città, quello degli atti vandalici che non si limita a determinate zone o quartieri, ma spesso interessa a macchia d’olio anche strade considerate tranquille. Il più delle volte, a parte un certa rabbia e spavento, si risolve in una bravata magari effettuata da bande di ragazzini, ma ciò non toglie che l’impatto economico avuto gravi tutto sul proprietario del veicolo, e non di poco.

Per evitare ciò, le compagnie d’assicurazione stanno proponendo sempre più l’opzione atti vandalici nelle polizze vendute per le auto, soprattutto all’interno di contratti “rischi diversi”.



Sebbene, infatti, in tutti i contratti la voce atti vandalici verrà di certo menzionata, è solo il cliente che può decidere per la sua inclusione o meno. Ma cosa si intende per atti vandalici? In sostanza, tutti i comportamenti tenuti volontariamente da terze parti o che possono derivare da tumulti, scioperi, sommosse, manifestazioni sociali o politiche fino ad arrivare ad atti di vero e proprio sabotaggio o di terrorismo.

Se si è deciso per la stipula di questa opzione, i contraenti saranno tenuti, nel caso in cui si verifichi il danno, a sporgere denuncia presso Carabinieri o Polizia, inoltrare copia della stessa alla compagnia, attendere le verifiche di quest’ultima circa l’entità del danno, incassare l’indennizzo utile a coprire le spese che devono essere sostenute per riparare il veicolo.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!