Aumento dell’ Rca, Colpa delle Province?

Categorie: Assicurazione Auto | 16/05/2012

rca auto 150x150 Aumento dell Rca, Colpa delle Province?Gli aumenti dell’assicurazione auto sono anche imputabili a fattori esterni alle compagnie assicurative stesse? In realtà, in parte è giusto ammettere che sì, anche le tasse e i balzelli vari fanno la propria parte e contribuiscono ad incrementare il costo delle assicurazioni.
Ad esempio, va sottolineato che, grazie alle novità introdotte con le norme sul federalismo fiscale, la tassa sulle assicurazioni auto, esistente dal 2010, potrà subire ritocchi verso l’alto, a seconda o meno del volere di ciascuna singola provincia.

Inizialmente, solo 36 province avevano provveduto a tale aumento, ma presto altre 32 hanno seguito a ruota con il risultato che, nel 2012, l’onere è pari al 15,1% del costo complessivo della polizza assicurativa auto.
Tra il 2010 e il 2011 l’aumento è stato dell’1,5% mentre dal 2011 al 2012 se ne registrerà uno ulteriore del 2,5%.

Purtroppo, effettuare dei tagli in merito risulterebbe assai complesso.
Infatti, anche il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy, ha ammesso che l’imposta proveniente dalle rc auto frutta, da sola, quasi il 41% del totale delle entrate delle Province. Una cifra considerevole a cui, in tempi di magra, non sembra possibile rinunciare.

Contrattare sul prezzo, quindi, risulta essere l’unico mezzo per riuscire a risparmiare sul premio, nonostante i rincari delle compagnie che non accennano ad adottare una politica di contenimento dei prezzi.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!