Auto Rubate: la Tecnologia in Aiuto dei Ladri

Categorie: Assicurazione Auto, News | 20/06/2012

furto auto 150x150 Auto Rubate: la Tecnologia in Aiuto dei Ladri Chi pensa che le nuove tecnologie possano essere un aiuto solo per le forze dell’ordine o, comunque, per i “buoni”, si sbaglia di grosso. Infatti, anche i ladri possono trarre numerosi vantaggi dall’avanzamento tecnologico, a patto di padroneggiarne le tecniche.

Proprio su questi aspetti si è basato il rapporto effettuato da parte della LoJack, un’azienda leader di settore, che ha indagato il nesso tra furti d’auto e sviluppo tecnologico.


A far scattare il campanello d’allarme la constatazione che, sempre più veicoli recuperati dopo una denuncia di furto, non presentano segni d’effrazione, il che si traduce in utilizzo di apparecchiature elettroniche.

Il problema è noto, ed è preso in seria considerazione, in tutta Europa, visto che anche i dati provenienti dalla Francia e dalla Spagna confermano questa tendenza.
In Italia, poi, si tratta addirittura di un trend in crescita, che arriva a riguardare, ormai, il 20% dei furti effettuati nelle aree geografiche del Centro e del Nord.

Tra i mezzi più usati da parte dei ladri troviamo il cosiddetto sistema “Jammer”, un dispositivo che è in grado di interagire con il segnale di chiusura centralizzata delle porte, nel momento in cui il proprietario lo innesca attraverso il telecomando, allorché ha parcheggiato l’auto.

Per rendere inoffensivo tale sistema non resta altro che controllare sempre l’effettiva chiusura delle serrature prima di allontanarsi dal veicolo.
Ad ogni modo, una buona assicurazione rc comprensiva di furto e incendio se anche non riuscirà ad evitare un eventuale furto almeno conterrà il danno dal punto di vista economico, specialmente se si è in possesso di un mezzo acquistato da poco e appetibile sul mercato.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!