Carta Verde: Assicurazione per chi Viaggia Spesso

Categorie: Assicurazione Auto, News | 16/03/2010


Viaggiare e, farlo spesso, non è più attività relegata a pochi momenti della vita o a poche categorie di persone: dunque, essere sempre informati circa le norme per farlo in tutta tranquillità e sicurezza è sempre più importante. Pensiamo a chi decide di effettuare, per necessità o per piacere, una vacanza on the road: sarà di fondamentale importanza conoscere come si viene tutelati all’estero in caso d’incidente. Per guidare un veicolo al di fuori della propria nazione bisogna sapere se lo Stato che ci accingiamo a visitare risponde ad una precisa convenzione tra membri della Comunità Europea o necessita di una polizza temporanea di frontiera, egregiamente sostituibile con la Carta Verde. Ma andiamo con ordine.



I Paesi dell’UE per i quali l’RC auto italiana prevede l’estensione automatica sono i seguenti: Andorra, Bulgaria, Danimarca, Belgio, Croazia, Estonia, Finlandia, Lituania, Francia, Repubblica Slovacca, Germania, Irlanda, Gran Bretagna, Islanda, Repubblica Ceca, Lettonia, Slovenia, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Spagna, Olanda, Polonia, Austria, Portogallo, Romania, Svezia, Svizzera, Cipro, Grecia, Ungheria.
In tutti gli altri Stati vige l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa ad hoc, e nel caso ce lo si dimentichi prima di partire, si sarà obbligati a farlo una volta giunti alla frontiera ma a costi decisamente più elevati. Se, invece, se è in possesso della Carta Verde, questa sarà sufficiente a permettervi la circolazione, senza dover estendere la polizza già esistente o doverne comprare una temporanea nuova. La Carta Verde viene rilasciata dalla propria compagnia di assicurazioni, è bene comunque farne richiesta per tempo in modo da non dover risolvere eventuali problemi burocratici pochi giorni prima di partire.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!