Ciclisti Attenzione: Maggiori i Decessi in Bicicletta che su Ciclomotore

Categorie: News | 16/11/2012

assicurazione bicicletta 150x150 Ciclisti Attenzione: Maggiori i Decessi in Bicicletta che su CiclomotoreUn'interessante analisi recentemente condotta mostra come siano più numerosi i morti e i feriti in incidenti stradali occorsi in bicicletta piuttosto che alla guida di ciclomotori. La percentuale più elevata si ha tra gli uomini, per i quali si sommano i sinistri sulle due ruote non motorizzate a quelli avvenuti in auto; mentre per le donne rimane imponente il numero di incidenti avvenuti esclusivamente al volante.

Purtroppo, come se ciò non bastasse, durante tutto il 2011 si sono registrati numerosi aumenti, rispetto al 2010, sia nel numero di morti in incidenti stradali sia in quello dei feriti.
Rispetto al totale generale, i conducenti di biciclette occupano il terzo posto nella macabra graduatoria dei decessi. Le percentuali parziali, per sesso, mostrano invece un considerevole incremento per gli uomini rispetto alle donne, raggiungendo il secondo posto come causa di morte su strada, prima dei ciclomotori.

Tra le categorie prese in considerazione vi sono anche le cosiddette mini car. In questo caso, i morti alla guida sono stati lo 0,4% del totale, mentre i feriti sono solo lo 0,2%.

Prendendo in esame, invece, il tipo di strada si segnala che la maggior parte dei decessi, almeno in termini assoluti, avviene sulle vie extraurbane escluse le autostrade, sia per gli uomini sia per le donne. Il numero di feriti, sempre in valore assoluto, è molto maggiore sulle strade urbane piuttosto che sulle autostrade e sulle extraurbane.
È chiaro, tuttavia, che si tratta di un risultato dovuto anche al maggior numero di incidenti occorsi per le vie cittadine.

Tutti questi dati, in effetti, hanno un merito principale, ovvero quello di focalizzare l'attenzione di quanti lavorano nel settore dei trasporti, a vario titolo, sulla necessità di una maggiore sicurezza su strada.
È necessario, quindi, predisporre dei piani per consentire a chiunque di guidare in totale tranquillità, specialmente per quanto riguarda la categoria dei ciclisti, che dovrebbero essere maggiormente salvaguardati anche in un'ottica di mobilità sostenibile.

Un ruolo dovrà essere giocato anche dalle compagnie assicurative che dovrebbero farsi sempre maggior carico della promozione di una guida sicura, premiando gli automobilisti virtuosi con consistenti riduzioni del premio annuo.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.