Colpo di Frusta: Giusto Risarcimento e Cultura del Rischio Assicurativo (IV parte)

Categorie: Assicurazione Auto | 15/01/2012

colpo frusta3 150x150 Colpo di Frusta: Giusto Risarcimento e Cultura del Rischio Assicurativo (IV parte)Quanto è stato riportato nell’articolo precedente riguardo alla valutazione del danno biologico e di quello morale in presenza di colpo di frusta può essere, naturalmente, solo generale e non esaustivo di tutti i casi specifici con i quali potrebbe essere necessario confrontarsi.
È chiaro che, nella vita reale, si potrebbe andare incontro ad una serie più ampia di problematiche, rispetto alle quali non si può che consigliare di interfacciarsi con un consulente di parte o con un legale esperto del settore.

Un utile consiglio, inoltre, vista la resistenza spesso operata da parte delle compagnie d’assicurazione al risarcimento di questo genere di danno è senza dubbio quello di rivolgersi ad un terzo per la quantificazione degli indennizzi e di non affidarsi mai a chi dovrebbe, materialmente, risarcirsi, visto che avrebbe tutto l’interesse a liquidare velocemente e con poco il danno.
Un professionista di parte potrà giudicare in modo più lucido e nell’interesse del proprio cliente, senza perdere di vista la necessità di chiudere la transazione in un tempo ragionevole.


I diritti del danneggiato devono essere sempre tutelati con attenzione, un’attenzione che in molte occasioni le compagnie assicurative non mostrano di avere.
D’altra parte, i risarcimenti che vengono erogati da parte delle compagnie assicurative hanno una certa incidenza sul livello dei premi richiesti per le rc auto, aiutando a giustificare incrementi di prezzo anche quando non vi sarebbe alcuna necessità.

È per questo che dovremmo promuovere una nuova cultura dell’assicurazione che impari ad un uso corretto del prodotto altrimenti a farne le spese saranno tutti gli onesti contribuenti e tutti coloro i quali si possono trovare a dover chiedere un giusto risarcimento per un colpo di frusta.
L’incidenza dei “falsi” colpi di frusta comporta numerose resistenze da parte delle compagnie assicurative per la concessione dell’indennizzo dovuto e un aumento dei premi costante, oltre alla diffusione di una cultura del rischio falsata già in partenza.

Troppo spesso la richiesta di risarcimento per un colpo di frusta è inoltrata in seguito a lievissimi tamponamenti che non giustificherebbero tale danno, anche in virtù del fatto che i veicoli moderni posseggono una serie di dispositivi – cinture di sicurezza, airbag, abs, poggiatesta attivo, sediolini con schienali anatomici – fatti apposta per minimizzare l’impatto.
Importante, comunque, insieme ad un’attività di sensibilizzazione e di prevenzione, anche implementare dei più stringenti controlli, per evitare che i soliti “furbi” possano minare la credibilità dei danneggiati veri.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!