Combattere la Crisi Economica: Ecco il Fondo Salva – Stati

Categorie: Leggi e Fisco | 08/10/2012

Già da diversi mesi si parlava della necessità di mettere su un fondo salva stati a cui i vari membri dell’UE potessero attingere in caso di gravi difficoltà economiche proprio come siamo noi ora; verranno messi a disposizione molti liquidi a partire da oggi per i paesi che ne avranno bisogno.

fondo salvastati Combattere la Crisi Economica: Ecco il Fondo Salva   Stati

E’ entrato in vigore a partire da oggi il nuovo fondo salva stati, mentre il nostro paese si vuole far trovare preparato per cercare di rilanciare la propria competitività; ma in cosa consiste questo fondo e come funziona attualmente?

Il fondo riguarda tutta l’Eurozona e raccoglie della liquidità che può servire per salvaguardare non solo la moneta ma anche tutte quelle economie che l’hanno adottata; questa liquidità consisterà almeno per i primi tempi in 200 miliardi di euro.

Alla Grecia però sono stati dati solamente dieci giorni di tempo per dimostrare il proprio impegno con le riforme a rispettare gli impegni presi con la UE.

L’ESM com’è stato chiamato dalle autorità almeno per il momento dovrà esistere insieme al fondo anti-crisi che era stato creato con un provvedimento d’urgenza; questo soprattutto per cercare di evitare inutili speculazioni contro i paesi più deboli di questa unione monetaria.

Non si ricorrerà così più al mercato per il finanziamento del proprio debito, l’ESM potrà acquistare debito sia su mercato primario che secondario; alcuni degli esponenti dei paesi dell’Eurozona si sono detti meno pessimisti rispetto alle settimane passate soprattutto perché dietro ad un provvedimento simile c’è anche la BCE.

Il fondo salva stati in concreto dovrebbe venire in aiuto con maggiore rapidità in quei casi in cui ci sono gravi problemi finanziari proprio come nel caso della Grecia; il fondo emette essenzialmente dei titoli, e per quanto riguarda i tempi, i soldi dovrebbero essere disponibili per lo stato a cui servono entro sette giorni dalla presentazione della richiesta di aiuto.

Di certo questo tipo di provvedimento non risolverà definitivamente la crisi ma potrà almeno aiutare tutti quei paesi come la Grecia che non riescono a risollevare nemmeno di un minimo la propria economia; non resta che vederne gli effetti per poi dedurre se è stato davvero un intervento utile.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!