Come Presentare un Reclamo all’ Isvap

Categorie: Leggi e Fisco | 10/04/2012

isvap2 150x150 Come Presentare un Reclamo all IsvapPresentare un reclamo all’Isvap perché non si è soddisfatti del comportamento della nostra compagnia assicurativa è più semplice di quello che si è comunemente portati a pensare.
Tutti possono presentare un reclamo, che si tratti di persone fisiche o giuridiche o di associazioni dei consumatori riconosciute come tali.

È interessante anche essere informarti circa le materie sulle quali è possibile inoltrare il reclamo. In genere, è consentito inviare il proprio reclamo nel caso in cui si sospetti la mancata osservanza, da parte di una compagnia assicurativa o riassicurativa oppure anche da parte degli intermediari e dei periti assicurativi, delle disposizioni che sono contenute all’interno del Codice delle assicurazione oltre che di quelle norme attuativa e inerenti la commercializzazione a distanza dei prodotti finanziari e assicurativi.

Si possono inviare reclami, inoltre, riguardanti l’attivazione della rete FIN-NET, attiva per la risoluzione extragiudiziale delle controversie in materia finanziaria oltre che assicurativa.
I reclami non possono essere presentati, tuttavia, per circostanze già segnalate alla competente Autorità Giudiziaria.

Per iniziare, ogni reclamo deve essere inviato all’impresa d’assicurazione.
Essa, infatti, deve essere dotata di un’apposita divisione che si occupa della gestione dei reclami ricevuti. Per avere informazioni dettagliate in merito sarà opportuno consultare il sito internet della compagnia stessa o la documentazione consegnataci all’atto della stipula del contratto.
Nel caso in cui la società d’assicurazione non fornisca alcuna risposta o nel caso in cui la risposta fornita non risulti essere soddisfacente ci si potrà rivolgere direttamente all’Isvap.

Non è mai consigliabile inoltrare il proprio reclamo prima all’Isvap che alla compagnia assicurativa in quanto la procedura, estremamente codificata, prevede che sia l’Isvap stessa a spedire il reclamo alla società, senza intervenire comunque nella fase iniziale. Ciò non farebbe altro che allungare i tempi per l’utente, al quale si consiglia, quindi, di seguire il procedimento standard per una più rapida risoluzione della controversia.
Ricordiamo, inoltre, che tutte le imprese assicurative sono tenute a registrare i reclami ricevuti e ad archiviarli elettronicamente, così che con cadenza trimestrale si possa riportare all’Isvap una statistica dei reclami ricevuti ed evasi, analizzati sulla correttezza delle procedure di gestione.

A seconda del tipo di prodotto acquistato e rispetto al quale si sta inoltrando il proprio reclamo, si potrebbe dover inviare la relativa documentazione non all’Isvap ma alla Consob (per i prodotti unit e index linked) o alla Covip (per la previdenza complementare). Gli indirizzi sono, rispettivamente via G.B. Martini, 3 – 00198 Roma e via in Arcione, 71 – 00187 Roma. Per l’invio all’ISvap l’indirizzo è, invece, Via del Quirinale, 21 – 00187 Roma; se si preferisse l’inoltro via fax lo si potrà fare ai numeri 06.42.133.745 o 06.42.133.353.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!