Consigli per Quantificare il Danno Materiale su Auto, Moto, Scooter

Categorie: Assicurazione Auto, Assicurazione Moto | 23/04/2010

Siamo stati coinvolti in un incidente: come fare, ora, a quantificare correttamente il danno materiale subito (su un qualsiasi mezzo Auto, Moto, Scooter)? Per prima cosa segnare l’importo della fattura emessa all’atto della riparazione, maggiorato degli interessi calcolati dal giorno dell’incidente.

Ricordarsi che, nel caso malaugurato in cui il costo della riparazione sia più elevato del valore dell’automobile, si ha diritto esclusivamente al risarcimento del valore di quest’ultima. Di solito viene calcolato adottando come standard di riferimento la cifra indicata in riviste specializzate del settore.

Se il veicolo deve essere demolito, si può legittimamente aspirare alla copertura dei costi sostenuti per la rottamazione, per la nuova immatricolazione e per il bollo, se era stato pagato per l’intero anno. Anche le spese per il carro-attrezzi possono essere rimborsate.


Ancora, se si ha la possibilità di dimostrare l’assoluta necessità del proprio mezzo di trasporto, si può far richiesta anche per ottenere il risarcimento del “danno da fermo tecnico”. Di solito, si percepisce una diaria che è di poco superiore ai 25 euro giornalieri.

Se s’indossavano particolari capi d’abbigliamento, accessori, o si avevano in auto oggetti personali danneggiati al momento dell’incidente, previa prova fotografia, l’assicurazione è tenuta a pagare un rimborso che deve corrispondere al valore attuale dell’oggetto.

Se si è stati costretti a noleggiare un’auto, si potrà ugualmente richiedere alla vostra compagnia la copertura di tali costi: inoltrate le pratiche al più presto possibile, in modo da avere una risposta in tempi brevi!

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!