Direct Line e la Clausola “Bonus Protetto”

Categorie: Assicurazione Auto, News | 01/03/2013

direct line 150x150 Direct Line e la Clausola “Bonus Protetto”Sbagliare è umano, dunque a tutti sarà capitato di fare un passo falso almeno una volta nella vita e trovarsi nella condizione di chiedere una seconda possibilità.
Tuttavia, la domanda interessante che si è posto il Centro Studi e Documentazione Direct Line, la compagnia assicurativa famosa in Italia per operare via internet, è cosa sono disposti a fare gli italiani pur di farsi perdonare senza pagare le conseguenze dell’errore commesso.

Rivolto tale quesito a mille automobilisti, è stato possibile ottenere un interessante spaccato di ciò che si pensa nel Bel Paese.


Il 32%, per esempio, dichiara che pur di ottenere il perdono di una persona cara sarebbe d’accordo nel lavare i piatti per una settimana, mentre il 17% accetterebbe di buon garbo di fare la spesa al supermercato al posto del partner.
Un 15%, invece, si renderebbe disponibile a rinunciare al proprio programma preferito in tv per due settimane consecutive, consentendo al partner di scegliere cosa guardare e il 14% accetterebbe di occuparsi della spazzatura per un mese intero.
Curioso notare come solo il 9% riuscirebbe a rinunciare al cellulare per una settimana, segno del fatto che gli italiani sono sempre più dipendenti dalla tecnologia. Solo il 2%, comunque, chiederebbe solo scusa o proverebbe a cambiare il proprio atteggiamento cercando di essere più gentile e disponibile.
Un 2%, infine, farebbe scegliere la penitenza da pagare alla persona che ha subito il torto.

Insomma, riuscire ad ottenere l’agognato perdono non è faccenda semplice e non è neanche per tutti. Diverso, però, l’atteggiamento scelto da Direct Line nei confronti dei propri utenti, ai quali ha deciso di offrire una seconda chance prima di attribuire un malus in seguito ad un incidente.
Per far ciò, ha dato vita alla clausola Bonus Protetto che si attiva in caso di primo sinistro dopo una condotta di guida assolutamente virtuosa.
I clienti, quindi, potranno scegliere se aggiungere o meno questa garanzia al momento della stipula e, nel caso si optasse per l’inserimento, si avrebbe diritto ad una seconda chance senza nessuna complicazione burocratica e senza che si debba fare i conti con alcuna penalità di tipo economico per tutta la validità del contratto.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!