Direct Line: gli italiani tra ecosostenibilità e car sharing

Categorie: Assicurazione Auto, News | 28/09/2012

novità auto 150x150 Direct Line: gli italiani tra ecosostenibilità e car sharingDirect Line, seguendo uno dei trend del momento, ha focalizzato la propria attenzione sulla possibilità di possedere auto ibride ed elettriche piuttosto che alimentate a benzina.
Tuttavia, nonostante si tratti di temi di notevole interesse, ancora un italiano su tre non sa a quale classe euro appartiene la propria vettura, non mostrando grande sollecitudine per ciò che concerne l’inquinamento del veicolo acquistato.

Ad ogni modo, ben il 49% del campione sarebbe disponibile a cambiare la propria auto per una di tipo ecologico solo se il prezzo fosse lo stesso di quella a benzina. Un 22%, invece, dichiara di essere propenso all’acquisto anche se il totale da pagare fosse maggiore di mille euro rispetto ad un veicolo tradizionale.
Un 20%, infine, mostra ancora notevole scetticismo sul tema, poiché ritiene che i tempi non siano ancora del tutto maturi.

Per il 44% degli intervistati, inoltre, il car sharing è una vera e propria risorsa sebbene poco presente nella zona di residenza.

Per il 21% degli italiani, infatti, il car sharing è il modo migliore per essere attenti all’ambiente controllando le emissioni di gas nocivi e risparmiando anche in costo di benzina e manutenzione.
Un 13%, però, considera questo servizio poco opportuno perché priverebbe ciascuno della propria auto, limitando l’autonomia negli spostamenti. Senza contare la scarsa propensione a mettere a disposizione, eventualmente, la propria vettura.

È vero, comunque, che le auto elettriche o ibride hanno ancora dei prezzi troppo elevati e non possono essere considerate alla portata di chiunque ma presto la situazione potrebbe cambiare, visti i costi sempre più elevati per gestire questo comodo mezzo di trasporto. L’ecosostenibilità, dunque, si potrà rivelare anche un ottimo modo per incrementare gli affari dal punto di vista degli operatori del settore, come si nota spesso da parte delle compagnie assicurative, necessitate a sviluppare nuovi servizi per utenti ecofriendly.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.