Direct Line: la metà degli Italiani non sa Compilare la Constatazione Amichevole

Categorie: Assicurazione Auto, News | 11/09/2012

direct line 150x150 Direct Line: la metà degli Italiani non sa Compilare la Constatazione AmichevoleCome tutti gli automobilisti dovrebbero sapere, in caso di incidente stradale le parti coinvolte sono tenute a compilare sempre un modulo di constatazione amichevole,  all'interno del quale troveranno spazio diversi dati come quelli riguardanti il luogo del sinistro, il tipo di vettura e le informazioni sui guidatori e persone coinvolte.

Tuttavia, se questo è quello che dovrebbe accadere in teoria, nella pratica solo la metà degli intervistati dichiara di compilare il CAI in tranquillità. Il restante 50%, al contrario, percepisce il compito come difficile e gravoso.

Direct Line, dunque, ha condotto un interessante studio in merito, rendendo noto come il 30% del campione afferma di essere in uno stato di shock e ansia tali, dopo il verificarsi di un sinistro, da non essere più in grado di compilare il modulo CAI, sbagliando in più punti.

Un 7%, invece, essendo in chiaro disaccordo con la controparte decide di chiamare la polizia stradale, così da attribuire più facilmente torto e ragione. Un 6%, inoltre, dichiara di limitarsi a prender nota del numero di targa.
D'altra parte, tali percentuali sembrerebbero essere in linea con l'analisi empirica condotta dalla compagnia di assicurazione sui moduli CAI dei propri clienti, potendo contare su oltre un milione di sinistri gestito in dieci anni di attività.

Tra gli errori più frequenti nella compilazione del modulo di constatazione amichevole, troviamo l'omissione del luogo e della data dell'incidente; l'omissione o la trascrizione sbagliata dei numeri di targa; la sottovalutazione di dati importanti per spiegare la dinamica dell'incidente, come il senso di marcia dei veicoli.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.