Dispatched Vehicles: Novità per la Gestione dei Sinistri

Categorie: Assicurazione Auto, News | 21/10/2012

rca auto 150x150 Dispatched Vehicles: Novità per la Gestione dei Sinistri Con l'art. 15 della Direttiva 2009/103/CE, più nota come Direttiva Auto Codificata, si è provveduto a disciplinare la spedizione dei “dispatched vehicles” tra i Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo. Infatti, si è giunti a prevedere che, nel periodo limite di 30 giorni seguente alla data in cui avviene l'accettazione della consegna del veicolo, il rischio assicurativo venga temporaneamente attribuito al Paese di destinazione del mezzo, a prescindere dal fatto che il nuovo proprietario abbia provveduto o meno alla reimmatricolazione del mezzo stesso.

Trascorso questo periodo, il rischio assicurativo torna ad essere, a tutti gli effetti, del Paese di spedizione del veicolo, così come prevede la Direttiva 88/357/CEE.

Questa precisazione è importante per quanto riguarda la decisione da prendere in materia di rc auto. Infatti, il veicolo in spedizione potrà essere assicurato con una compagnia del Paese di destinazione, sebbene la targa sia ancora registrata nel Paese di provenienza.

Se il sinistro dovesse avvenire nel Paese di destinazione, a rispondere di eventuali danni a terzi sarà proprio la compagnia assicurativa, mentre se l'incidente dovesse verificarsi in un Paese di transito si applicheranno le convenzioni previste dalla Carta Verde.

Nel caso in cui il veicolo dovesse risultare privo di copertura assicurativa, la gestione del sinistro provocato nel Paese di destinazione avverrebbe a carico del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada di suddetto Stato.
Trascorsi i 30 giorni, la competenza passerebbe agli uffici della Carta Verde.
Infine, se il mezzo fosse sprovvisto di rca e l'incidente dovesse verificarsi nel Paese di spedizione, la sua gestione sarebbe appannaggio del locale Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.