Economia: La Convenzione tra il Ministero dell’Economia e l’ABI

Categorie: Leggi e Fisco | 20/08/2012

Quando si parla della Convenzione tra il Ministero dell’Economia e l’Associazione Bancaria Italiana si parla principalmente di mutui, infatti, a causa della forte crisi economica che ci ha travolto, un numero sempre maggiore di persone si è trovata a scegliere soluzioni a tasso variabile.

abi Economia: La Convenzione tra il Ministero dellEconomia e lABI

Il rialzo dei tassi di interesse sul mercato è dovuto anche alla politica monetaria europea, ed anche al conseguente crollo dei mutui negli USA; vedendosi ridurre anche il proprio potere d’acquisto le famiglie italiane non sono più state in grado di gestire al meglio la propria situazione finanziaria.

Ma in cosa consiste in pratica questa convenzione? Prima di tutto gli istituti bancari che si trovano in difficoltà devono fornire ai propri clienti della documentazione estremamente chiara e trasparente sulle varie possibilità che hanno a disposizione.

Si possono rinegoziare le condizioni di base del mutuo, oppure continuare a rimborsare rispettando il piano di ammortamento; tutto questo discorso vale ovviamente sia per i mutui che sono stati erogati con la cessione dei crediti.

Parlando della portabilità dei mutui, le banche possono proporre alla propria clientela dei mutui che siano a condizioni più vantaggiose, comunicandolo tempestivamente anche all’ABI.

Ma per quanto riguarda i prestiti che si possono rinegoziare quali sono? Si tratta soprattutto di quelli che sono stati erogati per finalità di ristrutturazione, costruzione o acquisto della propria abitazione principale; anche gli inadempienti possono farlo purché non ci sia già stata la risoluzione del contratto.

La differenza che si ha tra la rata che era prevista dal piano di ammortamento e quella che poi risulta dopo la rinegoziazione può essere nuovamente capitalizzato ogni anno al tasso d’interesse migliore; tutto questo grazie ad un conto di finanziamento accessorio che viene dato ad un tasso davvero conveniente.

L’estinzione del mutuo prima della scadenza invece, non comporta alcun tipo di penale, tutto viene fatto seguendo la disciplina e rispettando la trasparenza verso i clienti; chi rinegozia poi il proprio mutuo ogni anno riceverà una comunicazione cartacea dove viene descritta completamente la posizione nei confronti della banca o dell’intermediario come previsto dalla legge.

Una convenzione che in questo periodo di crisi può rivelarsi fondamentale.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!