Il Decreto Liberalizzazioni Diventa Legge, ecco le Considerazioni Ania

Categorie: Assicurazione Auto | 30/03/2012

Decreto Liberalizzazioni 150x150 Il Decreto Liberalizzazioni Diventa Legge, ecco le Considerazioni AniaCon la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 71 del 24 marzo 2012, il decreto liberalizzazioni è diventato legge dello Stato, modificando le disposizioni in merito ad assicurazione rc auto, intermediazione assicurativa, tutela dei consumatori e molto altro ancora.
Tuttavia, prima dell’entrata in vigore definitiva, sono state apportate alcune modifiche soprattutto per ciò che riguardava le polizze assicurative rc auto.

L’Ania, comunque, ha effettuato le proprie analisi in merito, monitorando le maggiori novità.


Tra le modifiche effettuate più rilevanti, si ricordano in particolar modo l’introduzione di una norma che dovrebbe servire ad evitare le numerose speculazioni esistenti in caso di lesioni fisiche estremamente lievi oltre alla soppressione della possibilità di offrire il risarcimento in forma specifica per i danni alle cose.
Ancora, sono state aggiunte delle ulteriori condizioni per l’installazione delle scatole nere; condizioni onerose dal punto di vista delle compagnie assicurative ma non per gli utenti; è stata ridotta la sanzione prevista nel caso in cui non si adempia al confronto tra tariffe prima della stipula di un contratto.
In più, spetterà all’Isvap il fissare i limiti previsti per i forfait compensativi che possono essere applicati per il riconoscimento diretto secondo dei criteri che possano tener conto anche della maggiore efficienza in fase di liquidazione.

Anche le assicurazioni sulla vita legate alla richiesta di mutui e di credito al consumo subiscono dei cambiamenti, soprattutto per quanto riguarda le disposizioni pensate per il contrasto alle frodi.
Su questo versante, inoltre, grande è l’impegno nel settore rc auto che vedrà in campo delle norme appena approvate circa la dematerializzazione dei certificati, dei contrassegni e degli attestati di rischio.
Le compagnie assicurative, tuttavia, saranno tenute a indennizzare l’incendio o il furto del mezzo a prescindere dalla chiusura o meno dell’istruttoria avviata da parte dell’Autorità giudiziaria.

L’Ania, nel rendere pubblici i commenti ai cambiamenti apportati al testo di legge, ha voluto commentare nel merito ciascun articolo. Ciò è avvenuto, ad esempio, anche esplicitando le proprie considerazioni, non propriamente positive, sul comma 2 dell’art. 29. Con esso, infatti, a dispetto di quanto vantato dal Governo in precedenza non viene più data la facoltà alle compagnie di offrire il risarcimento in forma specifica per danni alle cose.
Si trattava, in effetti, di una richiesta espressamente avanzata da parte degli operatori del settore, convinti che incentivare un meccanismo risarcitorio diverso da quello attuale avrebbe apportato benefici anche dal punto di vista della riduzione dei costi, traducendosi in premi meno onerosi per i clienti.

email

1 Commenti per questo Articolo Fammi sapere cosa ne pensi!

  1. pietro Scrive:

    salve vorrei sapere una cosa, nel decreto legge sulle rc auto e moto è entrata in vogore l’uguaglianza delle tariffe, cioe pagare la stessa somma sia del sud che del nord, o ci son ancora disparità. in questa bolgia delle ass. non si capisce niente.
    se è stata fatta una legge va attuata, o si attuano solo e sempre quelle dove si deve sempre pagare.

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!