Il Risarcimento Diretto e le Iniziative Dell’ISVAP

Categorie: Assicurazione Auto | 18/03/2013

L’RCA è sicuramente una delle spese obbligatorie che incide maggiormente sui bilanci delle famiglie, specialmente in periodi di crisi economica come quello che stiamo vivendo. Le analisi svolte dall’ISVAP nel corso degli anni evidenziano l’incremento continuo dei premi rc auto e il peso decisamente elevato rispetto a tutti gli altri paesi gli altri paesi europei. Si tratta inoltre di una delle spese più importanti e consistenti nelle famiglie italiane dove spesso purtroppo non viene tenuto in considerazione il contesto sociale soprattutto in alcune parti del nostro paese dove l’assicurazione auto risulta ancora più elevata.
isvap logo 450x136 Il Risarcimento Diretto e le Iniziative DellISVAP


Negli ultimi anni però per quanto riguarda i sinistri si è deciso di introdurre la forma del risarcimento diretto già a partire dal 2008 ma risultano ancora delle lacune normative che andrebbero sanate al più presto; si tratta di una pratica molto importante nel mondo dell’assicurazione che sta rendendo più corti e di molto i procedimenti per ottenere i rimborsi.

Si tratta come ben sappiamo di un argomento estremamente delicato, e che è alla base di tante nuove clausole assicurative che invogliano l’assicurato, a far riparare la propria auto direttamente in una delle carrozzerie convenzionate con la compagnia di assicurazione; questo ovviamente però ha creato anche un’accesa discussione con tutte le altre officine che non sono convenzionate con le compagnie perché perderebbero buona parte del loro lavoro, per questo la questione è ancora molto aperta.

L’ISVAP dal canto suo ha visto sin da subito di buon occhio questi nuovi accordi tra le officine e le compagnie assicurative ma non vuole assolutamente che diventino un obbligo per l’assicurato che sottoscrive una polizza auto, ma piuttosto una possibilità.

Non è stato per nulla facile per l’ISVAP introdurre nelle dinamiche di copertura assicurativa, il risarcimento diretto, ma se non dovesse avvenire l’intervento normativo tanto reclamato, potrebbero ulteriormente peggiorare i dati già nati in questo periodo di incertezza: ci sono molti meno incidenti gestiti dalla Stanza di Compensazione e la forte spinta che era stata data dal risarcimento diretto ha subito una brusca frenata.

Ciò che ha proposto l’ISVAP ha buoni vantaggi anche per le imprese convenzionate che riducono il risarcimento dei danni materiali. Questo però non toglie il fatto che l’ISVAP è intenzionato a fare in modo che il potersi rivolgere ad officine convenzionate rimanga per il soggetto solo una possibilità e non diventi mai obbligatorio. L’Istituto di Vigilanza bandisce anche tutte quelle polizze assicurative che vietano la possibilità di accordi diversi con altre officine, sostenendo la totale legittimità di scelta per l’assicurato, qualora lo ritenesse opportuno.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!