L’ Isvap e le Modifiche alla Riassicurazione Passiva

Categorie: News | 28/05/2012

isvap1 150x150 L Isvap e le Modifiche alla Riassicurazione PassivaL’Isvap ha deciso di apportare delle modifiche alla circolare che si occupa di regolamentare la riassicurazione passiva. Per questo motivo, sono state poste in pubblica consultazione le modifiche alla circolare stessa. Eventuali osservazioni o suggerimenti possono essere inviate all’ente entro il 22 giugno 2012, utilizzando come indirizzo di posta elettronica revisionecirc574@isvap.it

L’Isvap ha definito che con le nuove disposizioni in materia di riassicurazione passiva le imprese devono attuare una politica di riassicurazione che abbia nel conto anche la liquidità posseduta.

Inoltre, devono disporre di una documentazione adeguata per ciò che concerne termini e condizioni applicate, oltre che sulle quote possedute da ciascun riassicuratore.

Dovranno essere formalizzati, in aggiunta a ciò, entro quattro mesi dalla chiusura dell’accordo, tutti i rapporti contrattuali e predisporre la documentazione necessaria a che si attesti la partecipazione dei riassicuratori. Ciascuno dei soggetti avrà provveduto, quindi, a firmare per la propria quota, rendendola chiara al cliente.

Saranno previste delle deroghe per alcuni settori, come ad esempio per quello grandine. In questo caso, infatti, la riassicurazione potrà avvenire entro sei mesi.

Con la riassicurazione, ricordiamo che si offre la possibilità di trasferire ad un altro soggetto, detto appunto riassicuratore, una parte o anche tutto il rischio che è stato sottoscritto a fronte del pagamento del premio.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!