L’ Uea e la Libertà degli Intermediari

Categorie: News | 10/05/2012

uea 150x150 L Uea e la Libertà degli IntermediariL’Uea, Unione Europea Assicurazione, ha pensato di dedicare una riflessione seria al tema della libertà reale di cui può godere un intermediario assicurativo, dando vita a Lecce ad una tavola rotonda dal tema “Titolarità dei dati & Privacy: il cliente chi ha scelto?”.

Ad essere invitati al convegno, i più importanti giuristi del settore, chiamati a confrontarsi su un tema che, in modo sempre più diretto, impatta la realtà distributiva italiana.

Per Filippo Gariglio, Presidente dell’Unione Europea Assicuratori, è davvero importante riuscire a capire quando gli agenti, che si tratti di mono o plurimandatari, possano definirsi davvero liberi nell’esercizio della propria attività lavorativa.

Infatti, è assolutamente vero che il lavoro dell’agente assicurativo è cambiato notevolmente rispetto al passato e che una maggiore attenzione è richiesta per quanto riguarda il rispetto della privacy o la proprietà intellettuale dei marchi industriali.
Il rapporto agente-compagnia è un nodo che sta emergendo, negli ultimi tempi, in tutta la sua drammaticità, dal momento che dalla sua risoluzione dipenderanno, verosimilmente, gli sviluppi futuri della professione stessa.

Parlare di liberalizzazioni senza tener conto di quelli che sono i veri vincoli che creano delle strozzature nel sistema è piuttosto inutile. Solo una vera consapevolezza potrà portare ad una riforma del settore profonda, così da offrire maggiori margini d’azione ai broker.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!