L’Italia Continua a Perdere i Pezzi: i Giovani non Vanno più all’Università

Categorie: News | 30/12/2013

L’Italia purtroppo continua a perdere dei pezzi con il passare del tempo e questo si vede facilmente anche dando un’occhiata all’attuale situazione dei giovani anche a livello di istruzione e non solo a livello lavorativo; vediamo in base ai dati l’attuale situazione in cui versa il nostro bel paese.

disoccupazione LItalia Continua a Perdere i Pezzi: i Giovani non Vanno più allUniversità

Secondo i dati che sono stati raccolti dall’ISTAT si è ridotta notevolmente la capacità dell’università di attrarre i giovani e questo soprattutto perché subito dopo aver completato il liceo meno di 6 su 10 decidono di iscriversi e tutti gli altri provano a cercare un’occupazione.

Chi aveva ottenuto la laurea nell’anno 2007 ha trovato un lavoro con la percentuale di 7 su 10 mentre invece ora sono le donne a trovare con difficoltà un lavoro soprattutto se abitano nel Mezzogiorno; il lato più preoccupante sta nel fatto che non c’è distinzione tra le varie lauree perché nessuna attualmente è apprezzata nel mondo del lavoro.

L’inattività è il problema principale dell’attuale situazione lavorativa perché sono molti i giovani che hanno ormai rinunciato a cercare un lavoro perché totalmente sfiduciati; facendo un rapido confronto con gli altri paesi dell’Unione Europea è facile vedere subito che la percentuale di giovani disoccupati è nettamente inferiore (escludendo ovviamente quei paesi che hanno una situazione economica simile alla nostra).

Le previsioni per il 2014 non sono certamente migliori considerando il fatto che non calerà la pressione fiscale e che quindi le famiglie non potranno riprendere i normali consumi come accadeva fino a qualche anno fa, l’Italia cade a pezzi e questo si sa.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!