L’UE Denuncia Squilibri Eccessivi dell’Economia Italiana

Categorie: News | 05/03/2014

L’Italia viene tenuta costantemente d’occhio dall’UE che ultimamente la sta accusando di avere degli squilibri macroeconomici davvero preoccupanti nonostante i provvedimenti messi in pratica fino ad ora; il monitoraggio del nostro paese è diventato addirittura speciale e questo non è certamente un buon segno.

bce LUE Denuncia Squilibri Eccessivi dellEconomia Italiana

Il debito pubblico eccessivamente alto, la competitività con gli altri mercati che si sta lentamente perdendo, i provvedimenti a livello strutturale decisamente insufficienti, sono solamente alcuni degli aspetti che hanno spinto la UE a tenere ancora di più d’occhio l’Italia, ma il premier Renzi dal canto suo ha difeso l’Italia con l’intento di dimostrare l’impegno profuso sino ad ora.

Nell’analisi dell’UE l’Italia è stata messa vicino a Slovenia e Croazia perché anche qui gli squilibri vengono considerati davvero eccessivi: la troppo lenta crescita della produttività non riesce a far fronte all’entità del debito pubblico italiano, ciò che ci vorrebbe per migliorare è una crescita continua e prolungata del PIL italiano che attualmente purtroppo non c’è.

Nel 2013 sempre secondo l’UE è stato fatto davvero troppo poco per il 2014, ed è proprio da qui che nasce la necessità di un monitoraggio ancor più specifico nei confronti del nostro paese, facendo poi al termine di ogni indagine un rapporto dettagliato anche al Consiglio; nuove politiche e nuove riforme al più presto è ciò che viene chiesto dall’Europa all’Italia per ottenere qualche risultato concreto.

Matteo Renzi avrà davvero un grande lavoro da fare per ottenere la fiducia ormai persa da parte dell’Europa nell’economia italiana e la ripresa è l’assoluta priorità.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!