Nuova Campagna di Sensibilizzazione contro gli Incidenti Stradali

Categorie: News | 27/12/2012

newFalsi Incidenti Stradali 150x150 Nuova Campagna di Sensibilizzazione contro gli Incidenti StradaliGli incidenti stradali, in Italia, sono tra le principali cause di morte soprattutto tra i più giovani, ma non solo, probabilmente anche a causa della pericolosità delle strade stesse.
Una vera e propria emergenza sociale che chiede interventi urgenti ed efficaci per ridurre il numero dei decessi nel minor tempo possibile. Educare ad una guida responsabile è compito delle istituzioni ma anche delle compagnie assicurative, per evitare che si verifichino conseguenze drammatiche.

Tra le nuove campagne di comunicazione pensate per riportare il tema all’attenzione dei cittadini vi è quella voluta dall’Ania e realizzata, quest’anno, da Oliviero Toscani. Il pay-off della campagna è: “Pensaci”, un chiaro invito a riflettere sulla propria condotta alla guida, prima di procurare danni irreparabili a sé o agli altri. La parte più difficile è stata, senza dubbio, riuscire a trovare un linguaggio iconico e visivo che fosse in grado di colpire l’immaginario collettivo per rimanere impresso il più possibile nella mente degli automobilisti.

La scelta dell’Ania è caduta, quindi, su Oliviero Toscani che è riuscito a dare una connotazione chiara ai pericoli della strada pur utilizzando un linguaggio metaforico, preso a prestito dal circo. D’altra parte il traffico è proprio come un grande circo che, ogni giorno, va in scena ricco di comparse, protagonisti, obiettivi e tempistiche. Perché lo “spettacolo” vada a buon fine sarà necessario che ciascuno faccia la propria parte senza sbavature e, soprattutto, senza creare inutili pericoli. Con questa motivazione, dunque, Toscani si è riuscito ad aggiudicare il difficile compito di dar voce all’Ania per sensibilizzare all’educazione stradale i cittadini italiani.

Il protagonista della campagna comunicativa è un clown, una figura che riunisce in sé il concetto del divertimento ma anche dell’eventuale tragedia: solo la consapevolezza può farci giungere sempre all’”happy end”.
Felice l’idea di lanciare tale messaggio proprio prima e durante le feste natalizie, quando si è maggiormente attenti alle tematiche riguardanti la serenità e l’armonia familiare, oltre che collettiva.
L’Italia, vale la pena ricordarlo, è il primo Paese in Europa per percentuale di morti tra i motociclisti; il terzo per i pedoni e i ciclisti: impossibile non effettuare interventi urgenti per abbassare drasticamente tali percentuali.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.