Osservatorio Linear, Pedoni alla Ricerca di Maggiore Sicurezza

Categorie: Assicurazione Auto, News | 04/10/2012

pedoni 150x150 Osservatorio Linear, Pedoni alla Ricerca di Maggiore SicurezzaCresce il numero di pedoni sulle strade italiane secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Linear. È aumentata in misura significativa, infatti, la percentuale di persone che sceglie di utilizzare le proprie gambe per compiere spostamenti, soprattutto in città, per contenere i costi, fare attività fisica ed essere d’aiuto per l’ambiente.

Tuttavia, se è vero che il numero di incidenti su strada è diminuito lo stesso non si può dire per quanto accade ai pedoni, dal momento che la quantità di decessi si è incrementata del 3%.

La prima fonte di pericolo, a quanto pare, sarebbero gli scooter che, troppo spesso, camminano sui marciapiedi facendo slalom tra i pedoni pur di evitare il traffico cittadino. Le auto, invece, sono considerate una fonte di pericolo in quanto tendono, per il 56% degli intervistati, a non fermarsi in prossimità delle strisce pedonali, addirittura accelerando in vista delle stesse. Inoltre, secondo il 38% del campione, gli automobilisti non rispetterebbero i limiti di velocità cittadini.

Sostare senza alcun rispetto per i pedoni, comunque, accomuna sia gli scooter sia le auto, ed è un’abitudine invisa al 51% delle persone interpellate.

Sostare senza alcun rispetto per i pedoni, comunque, accomuna sia gli scooter sia le auto, ed è un’abitudine invisa al 51% delle persone interpellate.

Cosa desidererebbero, quindi, i pedoni? Per il 32% sarebbe opportuno prevedere una maggiore quantità di aree verdi; il 28% preferirebbe isole pedonali e piste ciclabili mentre un 21% sceglierebbe una soluzione “di forza” e vorrebbe vedere più volanti a pattugliare le strade.
Certamente è un dato positivo registrare un cambiamento nelle abitudini di vita degli italiani, come avviene con l’istituzione dei cosiddetti “Pedibus” per i bambini che si recano a scuola senza l’ausilio di pulmini o auto dedicate ma semplicemente a piedi, supervisionati dagli adulti.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.