Parcheggio Non Custodito? Nessun Rimborso in Caso di Furto

Categorie: Assicurazione Auto | 30/07/2011

Parcheggio 150x150 Parcheggio Non Custodito? Nessun Rimborso in Caso di FurtoNo all’obbligo di risarcimento nel caso in cui il furto di un veicolo avvenga in un’area di sosta non custodita: questa una delle ultime sentenze emesse dalla Cassazione, quella datata 28 giugno 2011, corrispondente al numero 14319.
Ad ogni modo, va in particolare segnalato che ad essere oggetto della sentenza non sono i parcheggi gratuiti, ma quelli a pagamento che espongono, tuttavia, una chiara indicazione: “non custodito”.

L’avviso deve essere ben visibile ai guidatori e deve essere esposto all’interno delle aree di sosta stesse: questo basta, in sostanza, a far venire meno la responsabilità risarcitoria del gestore del parcheggio privato in caso di furto o di danneggiamento del mezzo per tentativo di  furto.


Secondo quanto stabilito dai giudici, infatti, sarebbero due i tipi di parcheggio che è possibile ritrovare nei centri urbani, entrambi disciplinati tramite apposito decreto legislativo. La scelta del parcheggio senza custodia è, in ultima analisi, demandata al singolo automobilista che potrebbe anche preferire un parcheggio custodito, avendo diritto, in questo caso, ad un trattamento differente nel caso in cui si verificasse un furto.

Se, quindi, ci si intende assicurare anche riguardo allo stato del veicolo e alla sua conservazione, non si dovrà parcheggiare in aree prive di custodia, che non prevedono alcuna assunzione di responsabilità del gestore.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!