Preventivi Rca, per l’ AIBA Scarse le Tutele dei Consumatori

Categorie: News | 06/08/2012

aiba rca 150x150 Preventivi Rca, per l AIBA Scarse le Tutele dei ConsumatoriNuove polemiche e richieste di chiarificazioni sul regolamento diramato dall’Isvap per rendere operativa la disposizione prevista dal governo in materia di preventivi rca provengono, questa volta, da parte dell’Aiba, l’associazione nazionale dei broker assicurativi.
Si tratta, ancora una volta della clausola che comporta l’obbligatorietà di presentare tre preventivi diversi al cliente prima della stipula, così da proporre una maggiore possibilità di scelta, anche fra compagnie non trattate da parte dell’agente.

Tuttavia il regolamento, così com’è stato concepito, non riesce ad apportare alcun reale beneficio ai consumatori, non serve ad incrementare la concorrenza e non aiuta nella riduzione delle tariffe, mentre produrrà un sicuro aggravio di costi e di pratiche burocratiche a carico dei soli intermediari.

Basti pensare, infatti, che gli agenti dovranno consegnare: tre preventivi, generati usando i siti web delle compagnie o il preventivatore fornito dall’Isvap; le note informative di ognuna delle società d’assicurazione prese in esame; una dichiarazione nella quale il cliente attesti di aver ricevuto il materiale di cui sopra corredato dei costi.

Dunque, quali reali e misurabili benefici potranno mai essere apportati al settore? L’Aiba si mostra scettica, visto che le scappatoie per aggirare una norma così ferraginosa sono a portata di mano, o meglio, di click!

Non bisogna però fraintendere questa presa di posizione con una scarsa volontà di aderire ad una regolamentazione. I broker sono del tutto favorevoli all’introduzione di nuove regole a patto che le procedure delle stesse siano sufficientemente coerenti con gli obiettivi che si intende perseguire e che i clienti siano effettivamente tutelati e messi in condizione di effettuare delle scelte informate.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!