Prezzi Rca in Discesa? Ecco le Tendenze

Categorie: Assicurazione Auto, News | 10/05/2013

rca isvap 150x150 Prezzi Rca in Discesa? Ecco le TendenzeUna domanda che accomuna probabilmente tutti i guidatori è quella relativa al prezzo delle polizze assicurative rca auto e la loro possibilità di riduzione. In effetti, stando ad alcuni dati registrati negli ultimi mesi, si è potuto prendere nota di un calo del 4,5% a partire dallo scorso settembre. Tuttavia, a fronte del fatto che i prezzi potrebbero scendere ulteriormente va considerato che questa diminuzione deve essere anche legata alla crisi economica e, quindi, ad un uso molto più limitato delle auto; fatto questo che può comportare un’ulteriore calo per un range compreso tra il 3 e il 5%.


D’altra parte, se davvero si intendesse rendere più basso il prezzo delle assicurazioni rca non servirebbero tanti sforzi ma un insieme mirato di misure, tra le quali porre a massima priorità la lotta alle frodi, la diminuzione del numero stesso degli incidenti occorsi su strada grazie a forti campagne di sensibilizzazione, l’entrata in vigore di nuove tabelle riguardanti il danno biologico.

In realtà, forse a sorpresa, proprio su questo punto insisterebbe in maniera specifica il direttore generale dell’associazione delle compagnie assicurative, Dario Focarelli.
Per l’Ania, infatti, è l’approvazione delle tabelle per la nuova valutazione dei danni di grave entità occorsi alle persone il provvedimento discriminante da adottare; quello che davvero potrebbe fare la differenza.
Infatti, l’incidenza dei costi totali legati ai risarcimenti è notevole, rappresentando 5,7 miliardi di euro su 13,8 miliardi complessivi.
La tabella era già stata prevista dal Codice delle assicurazioni nel 2005 ma non è mai stata resa esecutiva per svariate resistenze da parte delle forse politiche. La sua utilità, tuttavia, sarebbe indiscussa dal punto di vista delle compagnie assicurative, dato che servirebbe a rendere uniformi, a livello nazionale, quei costi che oggi vengono decisi dal singolo giudice e tribunale.

Potendo contare su tabelle uniformi si riuscirebbe a dare certezze alle compagnie assicurative che saprebbero bene di quali importi dover disporre per risarcire i danni biologici i quali sarebbero anche risarciti un 10-15% in meno. Questa scelta, ad ogni modo, si tradurrebbe in una maggiore convenienza per gli utenti che potrebbero contare su premi assicurativi dal costo ridotto.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!