Prime Proteste dei Sindaci contro la Mini IMU

Categorie: News | 13/01/2014

Questo 2014 non sta certamente iniziando tranquillo per i Comuni ed i Sindaci delle città italiane che stanno già pensando alle prime proteste contro le nuove tasse introdotte: la mini IMU e la TASI sono quelle che fanno maggiormente discutere e Bianco ha pensato addirittura di rivolgersi a Napolitano.

imu 450x341 Prime Proteste dei Sindaci contro la Mini IMU

Visto che il sindaco di Catania ha parlato di conflitto istituzionale (non senza ragioni bisogna dirlo), promette delle vere e proprie crociate contro questi nuovi provvedimenti soprattutto in difesa dei Comuni che sono quelli esposti maggiormente all’attuale crisi economica a causa anche dei numerosi tagli delle risorse.

L’intento è quello di chiedere al governo almeno la proroga del pagamento alla fine di giugno anche se è stato già prorogato dal 16 al 24 gennaio; solo in questo modo si potrà permettere al Parlamento di esprimersi su questa vicenda che tante polemiche e proteste ha sollevato.

Secondo molti Comuni la cosa migliore per cercare di compensare i bilanci sarebbe quella di corrispondere loro l’intero ammontare dell’IMU cancellato perché sono rimasti senza fondi.

I Sindaci si sentono abbandonati e mandati avanti verso i cittadini e se non dovessero riuscire ad ottenere nulla, sono disposti addirittura a non presentarsi alle prossime conferenze previste con lo Stato e le Regioni.

La consultazione con il presidente della Repubblica dovrebbe portare secondo loro al rapporto tra lo Stato e le autonomie locali, che non solo sono quelle più esposte alla crisi economica ma che stanno rischiando anno dopo anno di perdere irrimediabilmente la loro credibilità. L’Italia deve essere più unita.

 

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!