Quali Tempi per la Richiesta di Risarcimento?

Categorie: Assicurazione Auto | 27/07/2010


Dopo aver compilato e presentato tutti i documenti richiesti dalla nostra compagnia di assicurazioni, quale tipo di procedura e di tempistica dobbiamo aspettarci? Se ogni certificato richiesto è stato presentato nei tempi previsti e ogni modulo è stato riempito con attenzione e dovizia di particolari, la compagnia assicurativa possiede tutte le carte necessarie perché possa effettuare ogni verifica del caso.

Tale verifica deve avvenire in sessanta giorni al massimo: in questo lasso di tempo devono essere comunicate al proprio cliente le cifre che s’intendono versare come risarcimento, dopo aver stilato una quantificazione del danno; oppure deve essere presentata un’offerta alla controparte, nel caso sia quella lesa.


Sale a novanta giorni il termine fissato per la presentazione di tali proposte nel caso in cui siano occorse delle lesioni fisiche, mentre diminuisce a trenta giorni se entrambi gli automobilisti coinvolti facciano una richiesta congiunta di risarcimento.

Quali che siano le ulteriori prove o gli accertamenti che la compagnia assicurativa richieda, l’utente è tenuto a sottoporcisi, sia dal punto di vista personale che da quello materiale, per i danni alle cose.

Nel caso in cui non si dovesse essere soddisfatti della proposta di risarcimento ottenuta, si può inoltrare formalmente un reclamo tramite il proprio legale, ma soltanto alla scadenza dei termini di trenta, sessanta o novanta giorni sopra citati e previsti dalla normativa.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!