Rami Assicurativi: Vita e Danni


Cosa sono i rami assicurativi di cui si sente spesso parlare? I rami assicurativi servono a distinguere le diverse tipologie in cui si possono differenziare le polizze, la gestione conseguente e i particolari principi che ne guidano le condizioni generali o la liquidazione.

Diciamo subito che i due principali rami assicurativi sono il ramo vita e il ramo danni.

Il ramo vita identifica quelle polizze il cui premio viene corrisposto in base alla possibilità o meno che il cliente ha di essere ancora in vita oppure no, entro una data prestabilita. In effetti, a ben guardare, le polizze afferenti al ramo vita assomigliano a forme di risparmio che, spesso, servono ad integrare le pensioni normalmente dovute ai lavoratori e ai loro congiunti. In questo modo, si cerca di tutelarsi da malattie, scarsi redditi in vecchiaia, ma anche invalidità totale o parziale.



Negli ultimi anni, le assicurazioni del ramo vita hanno ottenuto una notevole crescita sia per la paura del futuro, percepito come sempre più incerto, sia per la ristrutturazione dell’impalcatura del sistema pensionistico, annunciata a più riprese dai governi.

Il ramo assicurativo danni, invece, è legato agli eventi che possono creare offese al cittadino o alle sue proprietà. Sono presenti molti “rami elementari” come vengono chiamati in gergo, ovvero molte sotto categorie. Le più importanti e famose sono quelle che coprono: la responsabilità civile, i rischi commerciali e finanziari, le RC auto, i danni a cose e persone.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!