Rc Auto e Cittadini Stranieri, i Nodi Vengono al Pettine

Categorie: Assicurazione Auto, News | 24/08/2012

assicurazione auto 150x150 Rc Auto e Cittadini Stranieri, i Nodi Vengono al Pettine Non si tratta di un problema risolto né di poco conto. Parliamo della discriminazione operata nei confronti dei cittadini stranieri da parte delle compagnie di assicurazioni, in special modo per quanto riguarda la rc auto.

Si tratta, in effetti, di una vecchia questione già più volte affrontata ma che è tornata di attualità in seguito alla pubblicazione del rapporto sul monitoraggio delle “polizze Rc auto proposte a clienti italiani, comunitari e di paesi terzi” e stilata da parte della Cospe, un'organizzazione non governativa insieme all'Associazione per gli studi giuridici sull'immigrazione.

Ad esempio, è emerso facilmente che ben sei delle più importanti compagnie assicurative italiane chiedono che venga inserito il parametro della cittadinanza per ottenere il calcolo del premio. Va da sé, quindi, che tale informazione assumerebbe un valore discriminante rispetto al totale da corrispondere.

In pratica, quindi, se a richiedere una polizza assicurativa rc auto è un cittadino straniero, le compagnie assicurative prevedono un aumento delle tariffe. Addirittura, secondo alcuni controlli effettuati, non si tratta soltanto della cittadinanza o della nazionalità possedute ma, in talune circostanze, si chiederebbe conto del luogo di nascita.

È chiaro che, in questo modo, potrebbero essere oggetto di rincari indiscriminati anche i cittadini italiani che fossero semplicemente nati all'estero.
Una discriminazione, insomma, denunciata da più voci, prima fra tutte quelle del consigliere regionale dell'Emilia Romagna, Thomas Casadei.

Già in passato, comunque, si erano create tensioni tra le compagnie assicurative e le associazioni dei consumatori in merito alla questione ma da allora non sono stati fatti passi avanti significativi per apportare delle modifiche sostanziali alla faccenda che rimane irrisolta nonostante la palese ingiustizia di cui è portatrice.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.