Rc Auto, Quanto ci Costi?

Categorie: Assicurazione Auto, News | 25/01/2013

rca 150x150 Rc Auto, Quanto ci Costi?Pochi giorni fa sono stati presentati i dati raccolti durante l’anno 2012, da Adiconsum, Asso-Consum, Cittadinanzattiva e Centro Tutela Consumatori e Utenti per quanto riguarda il settore delle assicurazioni rc auto.
Le analisi si sono focalizzati su due punti: la qualità del servizio offerto e lo schema tariffario applicato.

Purtroppo, i principali dati raccolti mostrano ciò che tutti sanno: tariffe sempre più salate e addirittura fuori controllo, con punte che arrivano a toccare oltre i 2 mila e 800 euro all’anno per i neopatentati. Tuttavia, in un caso limite registrato a Salerno si è scoperto che una compagnia assicurativa avrebbe chiesto 9 mila euro all’anno per l’assicurazione di responsabilità civile obbligatoria, mettendo in luce la giungla dei prezzi attraverso la quale sono costretti a muoversi i consumatori.


Infatti, se è risaputo che per i più giovani l’assicurazione rc rappresenta uno dei costi maggiori con cui fare i conti, è altrettanto vero che non va meglio per chi ha più esperienza al volante.
A guidare la classifica delle tariffe più elevate per un guidatore non neopatentato e che non ha provocato incidenti è Napoli, con mille e 737 euro annui.

Dal punto di vista della qualità, invece, l’Adiconsum ha svolto un’indagine mirata, analizzando a fondo il contenuto dei contratti sottoposti agli utenti grazie ad un questionario consegnato ai neopatentati e a tutti quegli automobilisti in procinto di rinnovare la patente.
In seguito a tale specifica indagine è emerso che, tanto al Nord quanto al Sud, il concetto di risparmio si lega indissolubilmente solo a quello di prezzo. Per esempio, molto scarsa è la conoscenza di un istituto come la conciliazione, spesso scambiata con la mediazione, nonostante sia possibile avvalersene da oltre sette anni.
Questo genere di dati sottolinea, quindi, l’importanza della formazione per gli agenti e della divulgazione per i clienti, spesso poco informati anche su questioni cruciali.

Proprio per iniziare a risolvere questi e altri problemi legati al mondo assicurativo, si è proposto un piano d’azione in più fasi che dovrebbe passare attraverso una maggiore attenzione al momento della consulenza, prevenendo i comportamenti fraudolenti grazie ad una più puntuale comunicazione, in grado di colpire gli obiettivi prefissatisi.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!