Risk Manager, la Professione del Futuro?

Categorie: News | 30/08/2012

risk manager3 150x150 Risk Manager, la Professione del Futuro?I rischi fanno paura, oggi più di ieri, e cresce la voglia di controllo per le aziende e per i singoli.
Ecco perché assume sempre più importanza la figura del risk manager, molto richiesta sul mercato proprio a causa della crisi attuale.
Riuscire a gestire, se non a neutralizzare, i rischi significa risparmiare soldi per le imprese le quali puntano a mantenere il controllo dei vantaggi competitivi acquisiti sul mercato grazie al lavoro svolto.

Per diventare risk manager bisogna specializzarsi in un ambito, che sia quello ambientale, finanziario, sanitario o industriale e bisogna possedere capacità organizzative, gestionali e analitiche oltre a grande attenzione per il dettaglio e precisione.

La prevenzione è un'arma fondamentale a disposizione del risk manager che deve essere in grado di dialogare con i diversi comparti aziendali riuscendo così a scoprire gli eventuali punti critici.

All'inizio il risk manager nasce per essere il responsabile delle assicurazioni aziendali, ovvero come colui il quale decide quali sono i rischi assicurabili ma in tempi recenti ha subito delle connotazioni più attive, diventando una figura professionale a tutto tondo, direttamente dipendente dal Ceo.

Il lavoro di un risk manager si compie di una serie di azioni dettagliate. Prima di tutto si cerca di individuare le potenziali minacce, dopodiché si prova a misurare ogni incognita e si valuta l'impatto negativo che la stessa potrebbe avere sull'attività.
In questo modo si possono determinare le priorità di intervento, mentre l'ultima fase riguarda la gestione o l'eliminazione dell'imprevisto attraverso polizze assicurative o altre strategie finanziarie.

jfdghjhthit45
email

Comments are closed.