Secondo la ConfCommercio il Natale è a Rischio

Categorie: News | 22/11/2013

Al Natale 2013 manca poco più di un mese ma le previsioni per la ConfCommercio ci saranno gravi crolli nei consumi per il periodo e questo non stupisce particolarmente; le tasse e l’IVA svolgeranno un ruolo fondamentale per i consumi di tutte le famiglie italiane.

natale Secondo la ConfCommercio il Natale è a Rischio

Le feste natalizie non saranno un momento per la ripresa dei consumi, ma piuttosto un ulteriore stop per il PIL italiano e l’economia che non riesce a vedere una luce in fondo al tunnel; questa tesi sarebbe confermata e sostenuta dagli ultimi dati ISTAT raccolti con un’attestazione sempre più fondata del ridimensionamento dei consumi di ogni famiglia italiana.

Se magari gli altri anni si tendeva ad acquistare prodotti gastronomici locali quasi senza badare a spese, quest’anno si troveranno ad acquistare solo lo stretto necessario per cucinare una semplice e casalinga cena di Natale.

Gli altri anni si spendevano più di 300 euro a famiglia mentre invece per il 2013 questa sarà quasi la cifra che gli italiani spenderanno per la cena ma anche per i regali da fare; sintomo del fatto che si faranno per regalo solo cose utili, tenendo presente che l’unico settore a non conoscere crisi è quello tecnologico e dell’intrattenimento elettronico.

Non resta che far iniziare queste feste natalizie per capire quanto realmente le imprese italiane perderanno a causa dei minori consumi, la ripresa per il 2014 sembra ancora molto lontana e sono infatti in molti a pensare che anche il prossimo sarà un anno di transizione economica per vedere la luce in fondo al tunnel.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!