Stop ai Contanti Oltre i 1000 Euro: Ecco gli Obblighi e i Doveri

Categorie: Leggi e Fisco | 23/07/2012

In pochi sanno che lo stop ai contanti al di sopra dei 1000 euro sia per gli stipendi che per le pensioni è una vera e propria legge e come tale comporta sia degli obblighi che dei doveri; la data ufficiale di decorso è stata il primo luglio e quindi non è passato ancora un mese.

stop contanti Stop ai Contanti Oltre i 1000 Euro: Ecco gli Obblighi e i Doveri

Quasi nessuno sa però, che fino al 30 settembre di quest’anno sarà ancora possibile prelevare la propria pensione o il proprio stipendio al di sopra dei 1000 euro per tutti coloro che non sono ancora provvisti di un conto corrente; questo periodo definito cuscinetto permetterà un più semplice e lineare passaggio dal vecchio metodo di ritiro della propria pensione o del proprio stipendio a quello nuovo.

Se in questo lasso di tempo però, soprattutto i pensionati, non comunicheranno all’INPS un conto su cui versare i propri soldi, l’ente si vedrà poi costretto a versarli su un conto corrente transitorio che non avrà alcuna spesa per il soggetto ma non gli attribuirà nemmeno alcun tipo di interesse.

Un’altra opzione è quella che prevede che fino al 30 settembre i pensionati possano venir pagati con un assegno di traenza non trasferibile che permetterà loro comunque di ritirare i propri soldi; c’è da sapere però, che una volta che le somme sono state trasferite sul conto transitorio, queste rimangono congelate fino a che il soggetto non comunica le proprie coordinate bancarie e non effettua tutto l’iter per ottenere i propri soldi indietro.

La tracciabilità dei pagamenti ha dato luogo a diverse polemiche su tutte le spese di gestione dei conti che le categorie più povere avrebbero dovuto sostenere e proprio per questo è stato fatto un accordo in base al quale per alcune categorie viene garantito un conto corrente a zero spese. Il conto però rimane del tutto gratuito solo per chi ha un reddito annuo non superiore ai 7500 euro.

Per chi non rientrasse in questa categoria c’è anche il conto corrente semplificato e solamente in alcuni casi si deve pagare l’imposta di bollo annuale del conto che è di 34.20 euro; la soluzione migliore sembra proprio far accreditare la propria pensione su un conto corrente postale.

 

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!