Tariffe Rca Record in Campania e al Sud ma Diminuiscono gli Incidenti

Categorie: Assicurazione Auto, News | 12/06/2013

rca isvap 150x150 Tariffe Rca Record in Campania e al Sud ma Diminuiscono gli IncidentiL’Osservatorio SuperMoney ha analizzato le cifre richieste dalle compagnie assicurative nelle diverse regioni italiane per comprendere in che modo vengono conteggiati i premi e di quanto sono le oscillazioni di prezzo per le tariffe applicate.
La domanda principale alla quale si è cercato di dare risposta è stata quella riguardante l’esistenza o meno di una correlazione diretta tra il premio dell’assicurazione rc auto e il numero di incidenti che vengono dichiarati su base regionale.

Ciò che sorprende è che non sembra esserci una reale correlazione tra quantità di sinistri occorsi in una regione e tariffe medie: infatti, in Campania, troviamo le polizze assicurative rc auto più care ma un numero di incidenti inferiori alla media.


Lo studio effettuato da SuperMoney ha analizzato un campione composto da 350mila preventivi rc auto che sono stati richiesti tramite il portale nell’ultimo anno, scegliendo tra quelli in cui veniva dichiarato almeno un sinistro con colpa negli ultimi cinque anni.
In Campania, dunque, gli automobilisti devono corrispondere mediamente un premio di 1.164 euro contro le tariffe nazionali che si attestano intorno ai 700 euro. A Napoli, il costo di una rca è di 1214 euro, sebbene solo il 7,6% dichiari di aver effettuato un incidente negli ultimi 5 anni.

A questo punto viene da chiedersi se il problema è relativo alle compagnie assicurative che applicano prezzi troppo elevati basandosi soltanto sui classici luoghi comuni o se sono gli automobilisti a non dire tutta la verità.
Quello che appare certo, statistiche alla mano, è che al Sud si registra un maggior numero di frodi nei confronti delle compagnie assicurative e, di conseguenza, queste ultime cercano di tutelarsi proprio aumentando le tariffe per le rca. In questo modo, tuttavia, si penalizzano anche i guidatori onesti e virtuosi che si ritrovano a pagare cifre spropositate per assicurare l’auto.
Per migliorare questa situazione si dovrebbe iniziare una seria lotta alle frodi, cercando così di contenere i rincari e punendo solo coloro i quali si “macchiano” di una qualche colpa. Nel frattempo, gli automobilisti in buona fede possono chiedere più preventivi, recandosi presso diverse compagnie assicurative e rivolgendosi a diversi agenti specializzati, cercando di ridurre il più possibile il premio da versare anno dopo anno.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!