Tour operator, Viaggi fai da te e Assicurazione per le vacanze

Categorie: Assicurazione Viaggio | 19/05/2010

Con l’estate cresce il desiderio di vacanza, per cui sono in molti quelli che si rivolgono alle agenzie di viaggio per l’acquisto di pacchetti su misura, organizzati da tour operator specializzati. In questi casi, di norma si sottoscrive, contestualmente all’acquisto del viaggio, una assicurazione o polizza assicurativa che dovrebbe farci dormire sonni tranquilli se, per un qualche motivo, fossimo impediti a partire, ma anche se ci dovessimo trovare a fronteggiare quei piccoli, grandi imprevisti che possono rovinarci la serenità del viaggio.

Di solito sono quattro le tutele fondamentali previste dalle compagnie dei tour operator in questo caso. Sicuramente, è compresa l’assistenza personale, qualora ci si dovesse ritrovare in una situazione difficile a causa di un infortunio o malattie impreviste. In tali circostanze, viene predisposto il rientro immediato o un consulto telefonico, a seconda della gravità della situazione. Al secondo punto si collocano, quindi, le spese mediche, che sono coperte entro un tetto massimo e se riferite ad interventi urgenti, non posticipabili. Alla terza voce, troviamo la classica assistenza bagaglio. Si tratta di una copertura relativamente a smarrimento, furto, rapina, scippo e perdita delle valigie da parte della compagnia aerea, anche in questo caso, entro un tetto massimo. Inoltre, viene attribuito un risarcimento delle spese sostenute per le prime necessità, in caso di riconsegna del bagaglio perso dopo un tot di ore.


Il quarto ed ultimo punto è relativo all’annullamento della vacanza a causa di un lutto in famiglia, malattia, infortunio, proprio o del proprio compagno di viaggio: in questo caso, l’assicurazione risarcisce con una penale l’organizzatore del tour operator.

Ma se apparteniamo alla categoria dei viaggiatori fai da te? In questo caso, il discorso si fa leggermente più complicato, anche perché bisogna tenere conto delle mete che si visiteranno e calibrare in base ad esse le coperture assicurative da acquistare. Il consiglio, infatti, agenzia o non agenzia, è sempre quello di comprare una polizza commisurata alle proprie esigenze, perché partire per le vacanze non ci provochi alcuno stress.

In generale, se ci muoviamo in Italia, sarà superflua l’assicurazione medica, poiché le strutture sanitarie pubbliche ci cureranno senza spese, anche in regioni diverse dalla nostra di residenza. In Europa, vale lo stesso principio, infatti, come appartenenti alla Comunità Europea, basta avere la tessera sanitaria (ex modello E111) per accedere alla sanità pubblica. Viceversa, una polizza sanitaria è indispensabile se si visitano Paesi in cui le cure mediche sono a pagamento, o comunque molto care: un esempio per tutti, gli Stati Uniti d’America.

Stipulare un’assicurazione per il bagaglio, qualora si viaggi in aereo, non importa su che tratta, sarà sempre utilissimo: da ricordare però, che il risarcimento in caso di perdita delle valige arriva solo ad un tetto massimo, per cui meglio evitare di portare con sé preziosi, o in tal caso, sottoscrivere una polizza ad hoc.

Per fortuna, esistono diversi prodotti assicurativi che possono essere composti a seconda delle nostre esigenze, le cosiddette “polizze scomponibili”. Vendute spesso dalle agenzie di viaggio, possono integrare quelle già previste da un tour operator o semplicemente essere comprate da chi preferisce organizzare i propri viaggi da sé, senza alcun tipo di limitazione.

email

Lascia un Commento Fatti sentire e scrivi la tua!